Mondiali, Francia-Australia: Gli australiani vincono e restano imbattuti

0
Francia Australia
Sito FIBA

Termina 98 a 100 per l’Australia l’ultima partita del girone L che vede proprio la squadra di Dellavedova&Co al primo posto ancora imbattuti dopo una partita combattuta fino all’ultimo contro la Francia.

La partita inizia con un botta e risposta tra le due squadre, ma l’Australia per limitare la Francia commette tre falli in meno di 2 minuti, due dei quali di Dellavedova. Mills con 7 punti segnati in 6 minuti e con il 100% dal campo porta avanti i suoi, ma Ntilikina risponde colpo su colpo e a 3 minuti dalla fine del primo quarto le due squadre sono sul 15 pari. Ingles e il neo entrato De Colo lottano e segnano da entrambe le parti chiudendo i primi dieci minuti sul 24-23 per i francesi. Il secondo quarto si apre di nuovo in equilibrio tra le due squadre che hanno entrambe buone medie al tiro con Fournier che con undici minuti sul parquet segna 11 punti portando i suoi sul +2 e obbligando il coach australiano a chiamare minuto, ma è proprio un fallo commesso da Fournier a concedere a Ingles due liberi con i quali l’Australia impatta di nuovo la partita. La prima metà di partita si chiude 46-46, poichè ai due liberi segnati da Mills risponde, sempre dalla linea della carità, Rudy Gobert che segna i suoi primi punti del match.
Il terzo quarto si apre con il terzo fallo di Dellavedova dopo pochi secondi; la Francia prova a sfruttare un rientro sottotono dell’Australia portandosi sul +4, ma Mills segna 6 punti consecutivi e impatta nuovamente il match sul 52 pari fino alla tripla di Baynes che segna il +3 per gli australiani. Fournier continua a trascinare i suoi con 27 punti segnati in neppure venti minuti e porta nuovamente la Francia sul +3. L’Australia si carica di falli e il solito Fournier assieme a De Colo aumentano la differenza tra le due squadre che raggiunge i 9 punti. Ingles e Mills segnano 2 triple consecutive e accorciano le distanze chiudendo il quarto 75-71.
L’ultima frazione si apre con l’Australia che cerca di ridurre il gap e ci riesce con Baynes e Mills che portano l’Australia sul -1; due falli di sfondamento su Baynes consentono agli australiani di andare in vantaggio.
Creek con un gioco da 3 punti porta l’Australia sul +5 completando un parziale di 14-5, ma i francesi non ci stanno e con 4 punti consecutivi tornano sul -1 e mettono di nuovo in evidenza quanto questa partita sia equilibrata. Bogut segna il canestro del +3, ma dopo pochi secondi commette il suo quinto fallo e De Colo assieme a Fournier portano la Francia in vantaggio a 3 minuti dalla fine.
A 2 minuti dalla fine il punteggio è ancora in dubbio sul 94-94 maturato, per gli australiani, grazie a 3 falli consecutivi dei francesi trasformati in punti dalla linea della carità. A pochi secondi dalla fine Gobert commette il quinto fallo e torna in panchina mentre Dellavedova fa 2/2 e porta sul +2 i suoi; questo vantaggio dura pochi secondi perché la Francia pareggia, ma commette un altro fallo nella metà campo difensiva che porta nuovamente Dellavedova sulla linea del tiro libero, questa volta commette un errore mantenendo un solo punto di vantaggio. Mills recupera il pallone sulla rimessa della Francia che commette anche fallo su Creek, il quale segna un libero chiudendo la partita 98-100 per gli australiani.

Momento chiave: i falli della Francia

A 7 minuti dalla fine del match i francesi commettono due falli di sfondamento contro un intelligentissimo Baynes che consentono agli australiani di impattare la partita e di andare in vantaggio. Da quel momento la Francia, anche per via della stanchezza fisica, non riuscirà più a difendere come prima e commetterà 3 falli consecutivi che consentiranno all’Australia di mantenere il vantaggio e obbligheranno Gobert a sedersi in panchina.

MVP: Patty Mills

E’ uno dei trascinatori della squadra australiana infatti chiude il match con 30 punti segnati (il migliore dei suoi); è inoltre lui a recuperare il pallone nell’ultima rimessa della Francia consegnando la vittoria alla sua nazionale. 

La sua presenza è fondamentale e solo pochi sono riusciti a limitarlo in campo, risultando così una delle chiavi che hanno portato alla vittoria l’Australia.

WVP: Amath M’Baye

Il giocatore ex Virtus Bologna parte titolare, ma non riesce a incidere sul match; in campo sembra un fantasma ed è proprio lui a commettere uno dei due falli di sfondamento grazie a cui l’Australia raggiungerà la vittoria.

Chiude la partita con due soli punti segnati e lo stesso numero di falli commessi.

 

Diego nasce il 10/02/2000 a Pesaro. Fin da quando è solo un bambino coltiva la sua passione per la scrittura e per lo sport. Il suo obbiettivo è quello di trasformare queste sue passioni in un vero e proprio lavoro. Al momento scrive per Dunkest e Backdoorpodcast.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here