NBA: Giannis e i Bucks ci riprovano

367
giannis bucks

Terzo tentativo per Giannis Antetokounmpo e i Milwaukee Bucks di assaltare la gloria e arrivare fino in fondo. Reduci da una convincente annata 2018/2019, chiusa a un overtime dalle Finals contro degli acciaccati e ridimensionati Warriors, e da quella conclusa nella bolla di Orlando poi, nella quale tutti i dubbi dell’epoca Jason Kidd sono amaramente riemersi, sotto forma di mentalità poco vincente nei momenti decisivi delle gare di postseason.

I motivi della rivoluzione estiva e l’inizio di stagione

Da lì la decisione di attaccare il mercato estivo, in particolare per forzare la mano al mega rinnovo di Giannis, ed in secondo luogo per appaiarlo a profili maggiormente solidi e saldi in situazioni da win or go home, convinti che con questo azzardo (quattro primi giri di cui due swap, Bledsoe e George Hill andati) si contenderà almeno per i prossimi cinque anni. Sperando inoltre che la new entry Jrue Holiday non vanifichi tutto uscendo nel 2021 dal contratto e immaginando una lega più democratica nel momento in cui ci sarà l’addio di LeBron James ai Lakers, in player option nel 2021/22. Alla vigilia dello showdown contro i californiani la classifica non sorride come nel passato recente, quando la stagione regolare partiva e chiudeva col botto, assommando primati su primati. Il 9-5 attuale, comunque valido per i vertici della Eastern Conference, è anche causato dalla nuova amalgama da trovare fra i molteplici novizi giunti in maglia Bucks, pezzo pregiato Holiday a parte. A nostro avviso tutte le acquisizioni sono sensate, dato che ringiovaniscono e allungano la profondità della rosa in termini di rapidità, ball handling, giro palla e tiro da fuori. Adesso si esasperano i vecchi diktat di Mike Budenholzer e vengono tutelate se possibile ancor di più le peculiarità del prodigio greco, ora unico abitante del pitturato ma completamente contornato di role players utili alla causa.

Disney e il nuovo film su Giannis Antetokounmpo · Airball

A livello di qualità e storia personale, arrivi e partenze secondari si equivalgono, anche se George Hill aveva dato l’impressione di poter essere l’unica ancora di salvataggio di Giannis quanto a intensità nei playoff; per il resto gli addii di Ersan Ilyasova, Kyle Korver, Sterling Brown, Robin Lopez e Wesley Matthews sono stati ben compensati dalle firme di Torrey Craig, DJ Augustin, Bryn Forbes e soprattutto Bobby Portis. L’ex Bulls, del lotto, è finora quello con più punti nelle mani e in grado di fornire maggiori variazioni tattiche uscendo dalla panchina, mentre gli ottimi innesti nel backcourt, pensati per assecondare i mantra di velocità e tiro dalla lunga, vanno un pochino a rilento. La mega trade di cui non staremo a discutere nuovamente però, serviva più che altro a sostituire la regia di Bledsoe, soddisfacente in termini di atletismo difensivo ma carente nelle decisioni offensive clutch, oltre che a liberarsi di un contratto pesante in favore di quello di Holiday. Jrue è considerato la punta di diamante della campagna acquisti, perfetto elemento d’esperienza e abile ad unire le due anime del gioco: difensore sopraffino e attaccante creativo, con ottime capacità sia nel midrange pull up che nel tiro dall’arco, ma pure perfetto creatore dal pick and roll e assist man rinomato. Il futuro dirà se la mossa è stata giustificata o meno, quel che è certo è che il cammino dei cerbiatti verdi proseguirà in vetta, ovviamente in misura inferiore al 2018 e 2019, quando un roster pronto ad esplodere dominava e giocava al 100% la regular season con record eccitanti, per andare poi irrimediabilmente a cozzare col primo team marpione che le capitava di fronte.

1
2
3
Lucio Di Loreto
Pazzo di NBA sin dalle sfide epiche Lakers/Celtics anni 80! DJ, Byron Scott, Isiah, Kevin Johnson, Vinnie Microonda, John Stockton, Sir Charles, Grant Hill e il Run TMC i miei idoli. Dopo turbolente esperienze scolastiche ho maturato la passione per la scrittura, forse per rivalsa verso le "odiate" professoresse del passato..collaboro infatti da 20 anni su fanzine, blog, pagine FB e siti internet per quel che concerne jazzfusionprog, cinema e sport USA!