NBA, il valore delle franchigie aumenta: la Top10 delle più costose

Stando a un’analisi fatta da Forbes, il valore delle franchigie NBA continua ad aumentare. Sempre secondo le stime effettuate dalla prestigiosa rivista economica, il valore medio di una franchigia NBA è pari a 3.85 miliardi di dollari, facendo registrare un incremento del 35% rispetto la stagione precedente e addirittura del 75% rispetto al 2019.

A cosa è dovuto questo incremento di valore?

Questo aumento di valore, per gli analisti di Forbes, è dovuto all’imminente accordo sui diritti audiovisivi e alla vendita di due franchigie nel corso dell’ultimo anno. Una volta approvato, il nuovo accordo per i diritti audiovisivi potrebbe superare i 75 miliardi di dollari. Introito che la Lega distribuirà in maniera equa alle 30 franchigie, andando a favorire drasticamente quelle franchigie che incassano di meno.
Facendo un esempio, 23 delle 24 squadre che sono finite in fondo alla classifica nella stagione appena conclusa hanno registrato un incremento di valore pari almeno al 30%; 13 delle ultime 16 squadre della classifica hanno avuto un incremento di almeno il 50% del loro valore.

Il maggior aumento di valore lo hanno registrato gli Charlotte Hornets, che hanno ottenuto un incremento pari al 76% dopo che Michael Jordan ha venduto la franchigia per 3 miliardi di dollari lo scorso giugno. Il secondo maggior incremento è stato quello dei Denver Nuggets, aumento dovuto alla conquista del primo storico titolo della franchigia del Colorado.
A spingere al rialzo i valori ci ha pensato anche l’acquisto da parte di Mat Ishiba dei Phoenix Suns per la cifra record di 4 miliardi di dollari.
Nonostante tutte queste operazioni, la franchigia dal valore più alto di tutta la Lega restano, per il secondo anno consecutivo, i Golden State Warriors con una valutazione stellare pari a 7.7 miliardi di dollari.

La classifica completa delle quotazioni

Di seguito una tabella con la classifica completa in base alle quotazioni Forbes e l’incremento di valore in percentuale rispetto alla passata stagione per le top 10 franchigie NBA.

Posizione Squadra Valore  Incremento
1 Golden State Warriors $7.7 miliardi 10%
2 New York Knicks $6.6 miliardi 8%
3 Los Angeles Lakers $6.4 miliardi 8%
4 Boston Celtics $4.7 miliardi 18%
5 Los Angeles Clippers $4.65 miliardi 19%
6 Chicago Bulls $4.6 miliardi 12%
7 Dallas Mavericks $4.5 miliardi 36%
8 Houston Rockets $4.4 miliardi 38%
9 Philadelphia 76ers $4.3 miliardi 37%
10 Toronto Raptors $4.1 miliardi 32%
11 Phoenix Suns $4.0 miliardi 48%
12 Miami Heat $3.9 miliardi 30%
13 Brooklyn Nets $3.85 miliardi 10%
14 Washington Wizards $3.5 miliardi 40%
15 Denver Nuggets $3.37 miliardi 75%
16 Cleveland Cavaliers $3.35 miliardi 63%
17 Sacramento Kings $3.33 miliardi 64%
18 Atlanta Hawks $3.32 miliardi 68%
19 San Antonio Spurs $3.25 miliardi 63%
20 Milwaukee Bucks $3.2 miliardi 39%
21 Utah Jazz $3.09 miliardi 53%
22 Portland Trail Blazers $3.08 miliardi 47%
23 Detroit Pistons $3.07 miliardi 62%
24 Oklahoma City Thunder $3.05 miliardi 63%
25 Charlotte Hornets $3 miliardi 76%
26 Orlando Magic $2.95 miliardi 59%
27 Indiana Pacers $2.9 miliardi 61%
28 New Orleans Pelicans $2.55 miliardi 59%
29 Minnesota Timberwolves $2.5 miliardi 50%
30 Memphis Grizzlies $2.4 miliardi 45%

 

Stefano Sanaldi
Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.