NBA in tre punti: sette bello Suns, Lillard esagera, chi va al play-in?

234
NBA
Fonte: profilo instagram @trailblazers

Avvicinandoci sempre di più ai playoff, le restanti gare di seeding games servono soltanto a decretare gli ultimi piazzamenti, ma soprattutto a porre fine alla bagarre per l’ottavo ed il nono posto ad Ovest. Questo si riflette sulla nostra NBA in tre punti: i nostri quick hits riguardano esclusivamente le squadre che puntano ad essere coinvolte nel play-in tournament.

7-0 Suns, ma potrebbe non bastare

Phoenix allunga ulteriormente la clamorosa striscia messa a segno dal proprio arrivo nella bolla, sebbene nelle ultime due abbia affrontato squadre quasi totalmente prive dei propri titolari. Dopo aver superato una OKC con il solo Chris Paul tra i perni del team, i Suns battono una Philadelphia versione summer league, senza Embiid, Horford, Richardson, Harris e un Simmons che ha chiuso qui la sua stagione. Solito protagonista Devin Booker, che si candida come serio contendente al premio di MVP ad Orlando, autore di altri 35 punti, conditi da 9 rimbalzi e 7 assist, oltre alla classica giocata da replay, stavolta uno schiaccione clamoroso al ferro. Sponda 76ers, da segnalare (perchè non ricapiterà facilmente), la tripla doppia sfiorata per un punto (9-10-11) da Kyle O’Quinn, il più impiegato del match dai Sixers, con 32:23 minuti sul parquet (e ho detto tutto). Gli sforzi dei ragazzi di Monty Williams potrebbero, tuttavia, rivelarsi vani, in quanto, come vedremo in seguito, non sono “proprietari” del proprio destino.

Portland è al play-in, Dame fa 61!!

Aveva fatto cinquantuno, adesso fa sessantuno, un Damian Lillard letteralmente esagerato quello che ha guidato i Trail-Blazers verso lo spareggio per i playoff NBA. In un match stellare contro Dallas, con un Porzingis da cineteca con 36 punti e 7/9 da tre punti, lo 0 di Portland si esalta ancora, tirando con il 52,9% da tre (9/17) e il 53,1% complessivo (17/32), aiutato dal 18/18 ai liberi (un solo errore dalla lunetta nelle ultime due pazzesche uscite,). Dame ha fissato una quantità inenarrabile di record, che avrete già letto ovunque, ma soprattutto è stato cruciale, dopo il passaggio a vuoto contro i Clippers, nel permettere ai suoi di accedere al play-in. Difatti, i Blazers attendono solo di sapere se lo giocheranno con l’ottava o la nona seed, ma sono sicuri di giocare almeno un’altra partita fuori programma. Plauso speciale a Carmelo Anthony, perchè non è vero che Lilard è stato solo sull’isola, vista anche la presenza di CJ e un ottimo Gary Trent Jr. Melo nella notte è stato uno spettacolo per gli occhi, 26 punti e alcune giocate in post basso da far vedere ai nipotini. 

Tutto bello, ma al play-in chi ci va?

Si deciderà tutto nella notte tra giovedì e venerdì, dopo una lotta serratissima, su chi e come si sfiderà nella giornata di sabato. Sono rimaste in corsa Portland, già sicura di un posto, Memphis, che ha dilapidato un patrimonio e rischia lo stesso di partecipare, Phoenix, che ha serie possibilità di non entrare nonostante tutto, e San Antonio, a cui serve un miracolo per salvare la propria striscia di partecipazioni ai playoff. Il giornalista NBA, Keith Smith, ha riassunto tutti gli scenari dell’ultima giornata di gare, noi ve li riproponiamo, ricordando che i Suns sfidano Dallas, Memphis affronta i Bucks e Portland ha di fronte i Nets.