NBA Night Facts: lite Rivers-Boylen e gli invicibles

64
Boylen

Ogni notte NBA regala sempre delle emozioni e dei colpi di scena, infatti a Miami neanche venti punti di distacco a metà partita hanno impedito ai Bucks di vincere in rimonta e continuare la propria corsa. In realtà ci sono altri “facts” interessanti della notte e non.

BOYLEN PERDE LE STAFFE…FUORI ANCHE RIVERS

Capisci che ogni tanto anche i coach perdono il senno quando si fanno espellere entrambi per proteste e scambio di convenevoli su un blocco di Montrezl Harrell. I Clippers continuano il loro notevole momento di forma, anche senza il loro coach per una parte di partita, mentre Boylen, leggermente infiammato dalla discussione aveva detto poche ore prima:

Doc sta facendo un lavoro clamoroso con i Clippers e credo che meriterebbe ampiamente il voto per l’allenatore dell’anno.

Basta entrare sul parquet e tutti i buoni propositi spariscono in un siparietto che vede il coach dei Bulls scaldarsi e Rivers rispondere per le rime senza scomporsi troppo. Gli arbitri, dopo averli visti conversare per un po’, optano per la doppia espulsione.

INVINCIBLES: MAI STAGIONI PERDENTI

È stata stilata una lista di tutti i giocatori con almeno dieci anni di esperienza NBA che non hanno mai avuto una stagione perdente. Ad esempio Tim Duncan, John Stockton e Karl Malone, che hanno giocato 19 stagioni nella Lega non ne hanno mai avuta una sotto il 50% di vittorie in una statistica piuttosto incredibile. Assieme a loro (con meno stagioni) ci sono Manu Ginobili, Danny Green e Patty Mills che ovviamente hanno macinato record per merito degli Spurs, ma c’è anche James Harden, assieme a un inaspettato Bonzi Wells della storia recente.

Mario Elie e Julius Erving portano in alto il basket anni 80-90, con ovviamente Larry Bird e Magic Johnson in due delle candidature più scontate possibili prima di arrivare alla zona alta della classifica con i tre fenomeni sopra citati e anche le 17 di Horace Grant.