NBA Playoff: dominio Thunder e Celtics con Shai, White e Brown

51
Playoff
Shai Gilgeous Alexander, Oklahoma City Thunder. Credits: IPA Agency.

Al via nella notte altre due semifinali di conference, quelle fra Boston Celtics e Cleveland Cavaliers e Oklahoma City Thunder e Dallas Mavericks, con le due teste di serie delle rispettive conference (Boston e Oklahoma) che chiudono agevolmente gara 1 del secondo turno di playoff, portandosi sull’uno a zero nella serie grazie a delle vittorie molto convincenti.

Come sempre andiamo subito a vedere tutto quello che è successo in questa notte di NBA Playoff.

Boston domina a suon di triple

Un po’ come fatto nella serie contro i Miami Heat ma soprattutto durante tutta la stagione regolare (vi avevamo spiegato il particolare sistema dei Celtics qui), i Celtics aprono la serie contro i Cavs a suon di triple, chiudendo la partita con il 39% da oltre l’arco soprattutto grazie a Jaylen Brown e Derrick White, i due principali protagonisti della gara.
Jaylen Brown ha tirato con un ottimo 66.7% sia dal campo che da tre, segnando 12 tiri sui 18 tentati e 4 triple su 6, per un totale di 32 punti che lo rendono il miglior dei suoi. White ne segna invece 25, 21 dei quali arrivano grazie alle 7 triple realizzate su 12 tentativi, dando quindi continuità all’incredibile periodo di forma che sta vivendo in questi playoff (prima i 38 punti in gara 4 contro gli Heat, poi altri 25 in gara 5).

Per Boston altri contributi importanti sono arrivati ovviamente da Jayson Tatum, al quale sono bastati solo 18 punti dovuti a una serata al tiro non ottimale, da Jrue Holiday, che ha chiuso con 14 punti, e da Payton Pritchard che ha chiuso la serata a quota 16. Prezioso anche il contributo di Luke Kornet, specialmente nella metà campo difensiva dove sono arrivate due stoppate che si aggiungono ai 10 rimbalzi raccolti.

Per i Cavs il miglior realizzatore è ovviamente Donovan Mitchell, il quale segna 33 punti diventando l’unico dei suoi a superare quota 17. I Cavs pagano soprattutto i 17 rimbalzi in meno e le cattive percentuali, chiudendo col 26.3% da tre e il 41% dal campo.

I Thunder vincono e convincono

Sotto il segno del solito SGA gli Oklahoma City Thunder vincono senza troppe fatiche gara 1 della semifinale di conference e dimostrano di essere pronti anche ad avversari più difficili dei New Orleans Pelicans che, complice anche l’assenza di Zion Williamson, avevano spazzato via con un comodo 4-0.
OKC è quindi riuscita anche ad arrivare fresca alla prima gara della serie come ha dimostrato Shai Gilgeous Alexander, autore questa notte di 29 punti oltre a 9 rimbalzi e 9 assist che gli hanno fatto sfiorare la tripla doppia. Oltre ai suoi 29 sono però arrivati anche 19 punti da Chet Holmgren e 18 da Jalen Williams, i quali hanno entrambi chiuso la serata con 2 triple su 5 tentativi, contribuendo al 45.7% complessivo dei Thunder da oltre l’arco.

Serata ben più complicata al tiro per i Mavericks invece, che raggiungono il 34.3% da tre e il 39.3% dal campo. Emblematica da questo punto di vista la prova di Luka Doncic, che segna sì 19 punti ma con altrettanti tiri, 8 dei quali tentati da oltre l’arco, dei quali però ne ha messo a segno solo uno.
Continuano quindi i problemi per Luka che, come vi avevamo raccontato, aveva faticato a trovare continuità dal punto di vista realizzativo anche nella prima serie contro i Clippers, chiusa con delle buone medie ma delle percentuali meno soddisfacenti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bleacher Report (@bleacherreport)

I Thunder prendono il largo nel secondo quarto per arrivare poi anche alle 25 lunghezze di vantaggio negli ultimi possessi, dimostrando ai Mavericks che seppur loro abbiano più esperienza, il brio di Oklahoma e la loro giovane età può davvero essere l’arma più efficace di questi playoff.