NBA Playoff: Orlando spreca il +18 e Mitchell si prende gara 7

44
NBA Offseason
Donovan Mitchell, Cleveland Cavaliers. Credits: IPA Agency.

Ai Magic non bastano i 38 punti di Paolo Banchero, che diventa il più giovane di sempre a segnare più di 35 punti in una gara 7, e i 18 punti di vantaggio: alla fine sono i Cleveland Cavaliers a vincere la gara e a conquistarsi il passaggio del turno vincendo una serie di playoff senza LeBron James per la prima volta negli ultimi 31 anni.

Andiamo a vedere cos’è successo nella serata di playoff NBA di ieri e cosa ci aspetta ora che il primo turno è concluso.

La prima grande serie di Paolo Banchero

Alla sua prima apparizione ai playoff Paolo non ha certamente deluso, anche se nella serata di ieri non è riuscito a trovare la vittoria. Nonostante questo, ha comunque dato il contributo più grande ai suoi, segnando 38 punti che portano la sua media punti della serie a 27.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bleacher Report (@bleacherreport)

Le percentuali di ieri, a onor di cronaca, non sono state le migliori per lui: ha chiuso sì a 38 punti, arrivati però col 35.7% figlio di un 10 su 28 dal campo.
I Magic hanno sofferto l’assenza di un aiuto per il solo Banchero, unico dei suoi sopra quota 15 punti, con Wagner che ha chiuso la gara a 6 punti con il 6.7% dal campo, la più bassa percentuale al tiro mai vista in una gara 7 (con almeno 15 tiri tentati).

Gli Orlando Magic hanno quindi chiuso la gara con il 33.7% dal campo e il 32.3% da tre, rimanendo sugli stessi livelli dei Cavs sul tiro da fuori ma facendosi staccare nel complessivo.

Super Mitchell, meglio di lui solo Iverson

Il prevedibile artefice della rimonta Cavs è ovviamente Donovan Mitchell che chiude la gara a 39 punti, che sommati ai 50 di gara 6 portano il totale delle due gare a 89, rendendolo il secondo giocatore con più punti segnati fra gara 6 e gara 7 di una serie di playoff. Meglio di lui solo Allen Iverson nel 2001, anno dell’MVP, quando ne mise a segno 90.

Mitchell chiude quindi con 28.7 punti di media, 5 rimbalzi e 4.4 assist il primo turno di playoff, guidando i Cavs in una rimonta storica: in virtù dei 18 punti di svantaggio raggiunti, quello di ieri è stato il più ampio scarto mai recuperato in una gara 7.

Cleveland vince anche per la prima volta negli ultimi 31 anni una serie di playoff senza LeBron James, completando il quadro del primo turno e dandoci l’accoppiamento per l’ultima semifinale di conference, dove dovranno affrontare i Boston Celtics.
Mentre i tifosi sono sembrati entusiasti di questo e hanno intonato il classico coro “We want Boston” ancor prima che finisse la gara, Mitchell ha tentato di placarli un po’ facendo presagire che fosse meglio concentrarsi sul tempo restante e pensare più tardi a quello che verrà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da House of Highlights (@houseofhighlights)