NBA: salgono a 5 i rinunciatari alla ripresa, c’è anche Chandler

0
128
Chandler

A 48 ore dalla doppia dead-line NBA, finestra del mercato e decisione dei giocatori se aderire o meno alla ripartenza, sono solo 5 ad oggi ad aver informato le squadre della loro rinuncia.
La notizia è fresca di ieri quando Malika Andrews della ESPN riporta la decisione di Wilson Chandler (Brooklyn) di non scendere con i compagni ad Orlando per la ripartenza della stagione NBA 2019/20, l’ex Nuggets è diventato così il 5° giocatore a tirarsi fuori; l’ex giocatore di New York e Denver si è giustificato mettendo al primo posto la salute della famiglia

Per quanto sarà difficile non stare con i miei compagni di squadra, la salute e il benessere della mia famiglia devono venire prima. Grazie all’organizzazione dei Brooklyn Nets per avermi compreso e supportato in questa decisione, guarderò e tiferò per il nostro team a Orlando.

Martedì 30 giugno, oltre alla finale della Liga ACB, si chiuderà sia la finestra del mercato (aperta a tutte e 30 le squadre, ndr) e appunto la finestra di tempo concessa ai giocatori per decidere se scendere nella bolla o meno, vista l’importanza e la delicatezza delle decisione l’NBA aveva prolungato di 6 giorni questa finestra che oggi vede 5 giocatori OUT che elenchiamo qui sotto:

Davis Bertans (Washington: il fratello di Dairis semplicemente non se l’è sentita per questioni di salute e per salvaguardarsi in vista della Free-Agency.

Trevor Ariza (Portland): L’ala dei Trail Blazers ha messo la famiglia, nello specifico il figlio 12enne, al primo posto visto che l’ex moglie ha garantito solo un mese di permesso all’ex Lakers per visitare il figlio.

Avery Bradley (Los Angeles Lakers): La guardia dei Lakers è stata sin da subito sfavorevole alla ripartenza e ha mantenuto fede alla sua posizione, inoltre anche Bradley come Ariza vuole stare vicino al figlio di 6 anni che soffre di problemi respiratori cronici e la famiglia molto difficilmente sarebbe scesa ad Orlando.

Willie Cauley-Stein (Dallas): anche per il lungo dei Mavs la famiglia al primo posto infatti il giocatore è in attesa della nascita del primo figlio prevista nel mese di luglio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui