Trade Deadline: cosa offre il mercato?

347
Lavine

La trade deadline si avvicina sempre di più e al momento c’è ancora più di qualche squadra che deve ancora sistemare il proprio roster. I grandi nomi sul mercato non mancano e con essi anche l’interesse delle varie squadre che per un motivo o per un altro hanno bisogno di dare una scossa alla propria stagione. Quindi, quale modo migliore per farlo, se non con l’acquisto di una star?

In due appuntamenti vedremo quali sono i quindici giocatori più allettanti sul mercato e quali sono le squadre che hanno più bisogno di fare qualcosa, acquistando o cedendo questi giocatori.

Partiamo quindi con i primi giocatori di questa personale classifica, che useremo come spunto per parlare anche di alcune delle squadre che hanno più bisogno di muoversi prima della deadline dell’8 febbraio.

15. Andrew Wiggins

Sfortunatamente per lui, Wiggins sta vivendo probabilmente la peggior stagione della sua carriera: non ha mai segnato così poco da quando è in NBA ed è al minimo storico anche per quanto riguarda gli assist. Il suo minutaggio quest’anno è diminuito drasticamente, arrivando ad appena 26 minuti, 6 in meno dell’anno scorso. In virtù di ciò Wiggins potrebbe diventare potenzialmente più utile come pedina di scambio che come componente del roster per Golden State.

[Golden State]

I numeri di Wiggins sono ad oggi perfettamente in linea con quelli degli Warriors. La franchigia di San Francisco ha un’impellente necessità di agire sul mercato per cercare di trovare la quadra, così da trasformare una stagione per ora fallimentare (attualmente fuori dai playoff von 18 vittorie e 22 sconfitte) in una stagione quanto meno da playoff. Il front-office ha dichiarato che nel roster degli Warriors nessuno è incedibile al di fuori di Curry in vista della Trade Deadline, il quale ha detto che sarebbe folle sperare che le cose cambino senza muoversi sul mercato.

14. Chris Paul

In casa Warriors un altro nome potenzialmente interessante è quello di Chris Paul, che si trova ad avere il contratto in scadenza la prossima stagione. Per questo motivo gli Warriors potrebbero approfittarne e scambiare Chris Paul, sul quale verte l’interesse di Lakers e Raptors.

[Los Angeles Lakers]

Rimaniamo in California ma ci spostiamo a Los Angeles, dove troviamo dei Lakers in grande difficoltà. Vi avevamo già parlato della crisi che stanno vivendo e delle necessità di sistemare le loro rotazioni. Se vogliono dare un cambio di rotta alla propria stagione (che ora li vede vacillare fra il decimo e l’undicesimo posto) sarebbe meglio muoversi prima dell’8 febbraio, data di chiusura del mercato.

13. D’Angelo Russell

A rimetterci il posto in squadra proprio ai Lakers potrebbe essere D’Angelo Russell, protagonista di una prima metà di stagione troppo altalenante e con un contratto in scadenza alla fine dell’anno prossimo.