NBA, Josh Giddey ai Bulls in cambio di Alex Caruso

63
bulls thunder trade

Inizia a muoversi il mercato NBA, la scorsa notte Bulls e Thunder hanno raggiunto un accordo per una trade che almeno in parte svela i piani delle due franchigie per la Offseason.

Alex Caruso lascerà Chicago in direzione Oklahoma City, mentre farà il percorso inverso Josh Giddey, talentuoso teenager australiano uscito a pezzi dagli ultimi playoffs.

ALEX CARUSO AI THUNDER

Caruso, noto per le sue capacità difensive, garantirà un contributo immediato a OKC, formando con Lu Dort un duo temibile nella propria metà campo. Di certo un profilo che avrebbe fatto tremendamente comodo a coach Daigneault nella serie persa contro i Mavs. Inoltre il 30enne da Texas A&M è reduce dalla miglior stagione in carriera in diverse categorie statistiche, tra cui il tiro pesante, con il 40% abbondante su 4.7 triple tentate x game. Sono praticamente tutte conclusioni in catch and shoot, che lo rendono sulla carta un bersaglio perfetto per le invenzioni di SGA.

Questa è solo la prima mossa di Sam Presti, architetto del progetto Thunder. Con una trentina di milioni di spazio salariale e un’infinità di prime scelte future – complimenti ai Bulls per non averne ottenuta nemmeno una….– il team ha la possibilità di inserirsi in qualsiasi trade. Sembra davvero il momento propizio per fare All-In, ma il N.1 del Front Office di OKC opera alla sua maniera, quindi è complicato fare previsioni.

JOSH GIDDEY AI BULLS

Per i Bulls questo potrebbe essere il primo passo verso le ricostruzione – si spera…-. Josh Giddey è un giovane promettente con spiccate doti da playmaker, che ha pagato più di tutti la repentina crescita dei Thunder.

Con il quasi MVP Shai Gilgeous-Alexander e l’ottimo secondo anno Jalen Williams a creare canestri e gioco, sono emersi i limiti dell’australiano lontano dalla palla. Senza un tiro da fuori credibile Giddey è stato spesso ‘battezzato’ dagli avversari, tanto da perdere spazio e peso specifico nella rotazione dei Thunder già dalla regular season. Finito nel mirino della critica anche per alcune scelte ‘discutibili’ fuori dal campo,  Giddey non potrà che beneficiare dal cambio di squadra e di ambiente. Oggi Sam Presti ha rivelato ai media che la 6° scelta del Draft 2021 ha spinto per la trade, dopo aver saputo dal coaching staff che sarebbe partito dalla panchina nella prossima stagione.

In fin dei conti parliamo pur sempre di un 21enne, che nel 2022-23 ha messo insieme medie di 16.5 punti, 7.9 rimbalzi e 6.1 assist a partita. Uno che con le chiavi dei nuovi Bulls in mano potrebbe tranquillamente viaggiare intorno alla tripla-doppia media. DeRozan e LaVine sembrano in uscita, impossibile fare affidamento su Ball, potrebbe essere proprio Giddey uno dei pilastri su cui ricostruire il team del futuro.