NBA: Wembanyama potrebbe vincere il difensore dell’anno?

93
Wembanyama
Victor Wembanyama, San Antonio Spurs; IPA Agency.

Ci troviamo di nuovo a parlare di Victor Wembanyama, a soli due giorni dalla vittoria dei San Antonio Spurs contro i Brooklyn Nets, nella quale il giovane francese ha sfiorato l’ennesimo record della sua stagione, questa volta diventando il secondo giocatore nella storia dopo David Robinson a far registrare una partita da almeno 30 punti, 15 rimbalzi, 5 assist e 5 stoppate. Dopo aver prima accarezzato e poi raggiunto il famoso 5×5 e aver scollinato altri record per tutta la stagione (la tripla doppia con stoppate in meno di mezz’ora; le 150 stoppate, i 150 assist e le 75 triple in una stagione, diventando il primo di sempre a riuscirci) per Wembanyama la stagione va verso la propria conclusione e arriva il momento di tirare le fila del suo primo anno in NBA, che certamente non ha deluso, come dimostrano le cifre e non solo.

Parlano i numeri

Ci sono alcuni numeri che non possono passare inosservati per il francese, il quale ha già collezionato molte più palle rubate e stoppate degli ultimi 9 vincitori del premio di difensore dell’anno, che accostato al suo nome non sembra stonare così tanto, nonostante il record ultra-negativo dei suoi Spurs. Con ancora 13 gare da giocare, Wemby è già arrivato a 290 palloni rubati/stoppate, 30 in più di Draymond Green nel 2017, il primo fra i suddetti ultimi 9 vincitori del premio.

Nonostante sia questa la statistica che stupisce di più, ci sono anche altri numeri che sostengono la tesi secondo cui Wembanyama sarebbe un candidato al premio di difensore dell’anno e Kirk Goldsberry, analista ESPN, si è preso la briga di raccoglierli: con il “centro” francese in campo, nelle ultime 15 gare, gli Spurs hanno un net rating (differenza fra rendimento offensivo e difensivo) di +5.3, grazie ad un defensive rating di 106 che li collocherebbe primi in tutta l’NBA. Senza Wemby invece il net rating arriva a -10.1, in virtù di un defensive rating che raggiunge i 118 punti subiti, che li collocherebbe al 25° posto in NBA. Risulta quindi che Victor Wembanyama è ad oggi il difensore più influente per la propria squadra in tutta la lega.

Il futuro è luminoso, molto luminoso

Ovviamente la stagione dura ben più di 15 partite e ne siamo tutti consapevoli, tuttavia questi dati dimostrano un evidente trend di crescita nella stagione di Victor Wembanyama, che nonostante debba ancora migliorare in tanti aspetti del suo gioco, sia offensivo che difensivo, ha già dimostrato di aver tutte le carte in regola per diventare uno dei più grandi di sempre, mettendo in scena una delle stagioni da rookie migliori che si ricordino.
Pensare che Wembanyama sarà la prima matricola di sempre a vincere il premio di difensore dell’anno è difficile, specialmente per il record di 15 vittorie e 54 sconfitte dei suoi Spurs, però anche il solo fatto che potrebbe e dovrebbe venir considerato nella corsa è un tutto dire, e il fatto che abbia ancora ampi margini di miglioramento dovrebbe essere un vero e proprio allarme per le altre squadre, perché se il buongiorno si vede dal mattino, a San Antonio arriveranno presto grandi giornate.

Tommaso Busato
Laureato in Comunicazione all'Università di Padova. Grande appassionato di sport e dei valori che trasmette, specialmente di NBA, rugby e tutto ciò che ambisce alla grandezza. Afflitto da inguaribile curiosità, in particolare per le statistiche e i dettagli.