Obradovic, il Partizan ha offerto il rinnovo | BasketMercato

205
Obradovic
Credits Savino Paolella

Nell’ultima puntata del nostro podcast di Basketmercato condotto da Orazio Cauchi, abbiamo parlato di tutte le ultime notizie e indiscrezioni più importanti per quanto riguarda il mercato europeo della prossima stagione. Un rumor decisamente interessante riguarda quello che sarà il futuro di Zeljko Obradovic, in scadenza di contratto con il Partizan. I serbi, tuttavia, si stanno muovendo rapidamente e hanno offerto al proprio coach un rinnovo biennale. Qui l’estratto dal podcast dove spieghiamo tutto quello che sta accadendo e i possibili risvolti della situazione.

Ascolta “Poythress nel mirino dello Zalgiris, il Partizan cerca di blindare coach Obradovic” su Spreaker.

Negli scorsi giorni il Partizan di Belgrado ha presentato la prima offerta per il rinnovo di contratto di coach Zeljko Obradović.

Obradović, tornato al Partizan nell’estate del 2021, aveva originariamente firmato un contratto di tre anni. Con scadenza, quindi, a giugno del 2024, cioè alla fine di questa stagione. Obradović è tornato a Belgrado con la voglia di rimanerci il più possibile, perché la sua volontà dopo tanti anni all’estero era quella di riavvicinarsi a casa. Al club dove era cresciuto, dove era esploso e che significava così tanto per lui. Adesso appunto il Partizan Belgrado ha presentato la prima proposta ufficiale per il rinnovo, che sarebbe un’estensione biennale fino al 2026.

La sensazione è che le parti riusciranno a trovare un accordo. Ovviamente c’è del tempo necessario per trovare un’intesa, anche dal punto di vista economico. Ma il discorso economico in questo momento è l’ultimo dei problemi. Obradović infatti è tornato al Partizan sacrificando qualcosa da quel punto di vista, rispetto a quello che era il suo ingaggio ai tempi del Fenerbahce. Dall’ambiente filtra grande ottimismo su un esito positivo della trattativa.

Il Partizan vuole assolutamente continuare con Obradović. Zeljko è una leggenda vivente a Belgrado. Tutto l’ambiente è con lui nonostante le difficoltà di questa stagione, soprattutto in Eurolega. C’è la fiducia più assoluta nei suoi confronti e lo stesso allenatore vuole rimanere a Belgrado. Quindi la sensazione è che alla fine si riuscirà a trovare un’intesa, una questione di tempo prima che si trovi la quadra giusta per poter mettere tutto nero su bianco.