Olimpia 28, Gudaitis: “Vivere l’estate da campioni è super, qui ho sentito subito fiducia”

La stagione di Arturas Gudaitis è stata semplicemente fantastica arrivando quasi in sordina come polizza assicurativa di Patric Young per poi diventare un vero e proprio caposaldo della squadra presente e futura, come testimonia anche il rinnovo di contratto. Gli abbiamo chiesto se si è sentito ciò che tutto l’ambiente ha percepito, ovvero che fosse il breakout player della stagione milanese:

Innanzitutto sono molto contento per la squadra e per come abbiamo finito la stagione. Siamo stati bravi a vincere lo scudetto, lo abbiamo meritato ed è una sensazione splendida pensare di affacciarsi all’estate, a un pò di riposo e a del tempo libero pensando di essere campione d’Italia e aver cucito sul petto lo scudetto.

Nonostante l’ottima base mostrata sui due lati del campo a livello di presenza e qualità, c’è un aspetto in particolare che sente di aver migliorato nella sua esperienza biancorossa:

Sento di aver migliorato in particolare la parte mentale del mio gioco, come approcciarmi alle partite, agli allenamenti e alle situazioni di gara. Questo deriva soprattutto dalla grande fiducia che ho sentito nei miei confronti sin dal primo giorno e che veniva non solo dalla società, ma anche dal coach e da tutti i miei compagni.

Lo ha piacevolmente colpito inoltre la grande qualità di tutta l’organizzazione Olimpia in ogni sua parte:

Ci siamo allenati tutto l’anno con grande intensità e dedizione. Devo dire che avere al fianco un gruppo di ragazzi così è una grande fortuna, ma soprattutto uno staff che ti segue e sa consigliarti sempre nel modo giusto facendoti capire ogni giorno di fidarsi di te. Inoltre è bello essere allenato da un coach che ha grande conoscenza di basket ed è in grado di farti migliorare ogni giorno sia come giocatore che come professionista.

Nel suo tweet di fine stagione, conferma un grande legame non solo con Mindaugas Kuzminskas per ovvi motivi di proveninenza, ma anche con l’Olimpia Milano con cui si è reciprocamente scambiato grandi prestazioni e crescita a livello individuale, diventando a tutti gli effetti uno dei lunghi più interessanti d’Europa.
Arturas però è già pronto per la prossima stagione, aggiungere qualcosa nel suo gioco e tornare a vincere subito con l’Olimpia che lo ha si preso all’ultimo la scorsa estate, ma ora se lo tiene stretto.