Olimpia Milano: al play-in di EuroLeague se…

295
Mirotic
Foto di Savino Paolella

Dopo il netto successo ottenuto ieri sera da Olimpia Milano nel derby italiano di EuroLeague ai danni della Virtus Bologna, la prima da quando anche la Virtus è entrate nella competizione. Un successo che mantiene vive le speranze di qualificazione al play-in. C’è anche uno scenario (che analizzeremo in fondo al pezzo) di un primo turno play-in che vedrebbe le due italiane affrontarsi nuovamente.

Purtroppo per i ragazzi di coach Messina, il successo dell’Efes nel derby turco contro il Fenerbahçe ha lasciato tutto inalterato, complicando la situazione dell’Olimpia, quando alla fine della stagione regolare manca solo una partita.

Il pesante KO interno del Valencia conto Asvel ha estromesso gli spagnoli dalla corsa al 10° posto: una contendente in meno, si, ma Valencia sarà la prossima avversaria del Partizan, la terza formazione in lotta per l’ultimo posto play-in.

Il prossimo turno, sulla carta, potrebbe portare le tre contendenti a vincere, considerato che le rispettive avversarie (Maccabi per Olimpia, Stella Rossa per Efes e Valencia per Partizan) hanno poco e nulla da chiedere.

Da non sottovalutare anche: fattore campo, con l’Olimpia Milano che sarà l’unica impegnata in trasferta, e calendario, col Partizan che scenderà in campo un giorno dopo, quindi sapendo già i risultati delle altre.

Proviamo a capire cosa debba fare l’Olimpia Milano per qualificarsi al play-in.

Olimpia Milano qualificata se..

Partiamo con l’analisi della classifica:

10. Efes (16-17)

11. Olimpia (15-18)

12. Partizan (15-18)

Da questa situazione si capisce che l’Olimpia Milano deve battere il Maccabi Tel Aviv sul neutro di Belgrado. Questa è la condizione principale, anche se non l’unica. Se l’Efes dovesse battere la Stella Rossa, sarebbero i turchi a qualificarsi.

Ci potrebbero, però, essere degli arrivi a pari punti: in tal caso si dovrebbero considerare scontri diretti e differenza punti negli scontri diretti, che vedono questa situazione:

  1. Partizan (2-2), ma con differenza canestri di +6 vs Efes e +11 vs Olimpia
  2. Olimpia (2-2), ma con differenza canestri di -11 vs Partizan e +10 vs Efes
  3. Efes (2-2), ma con differenza canestri di -6 vs Partizan e -11 vs Olimpia

Stando così le cose, per l’Olimpia è necessario superare il Maccabi e sperare nelle contemporanee sconfitte di Efes e Partizan.

In caso di vittoria Olimpia e Partizan con sconfitta Efes, sarebbero i serbi a qualificarsi al 10° posto.

Olimpia-Virtus al play-in: può succedere?

Solo un mese e mezzo fa sembrava follia, ma lo scontro fratricida al primo turno del play-in è una possibilità, remota, ma può succedere.

C’è una sola condizione per cui le due si affronteranno nuovamente, questa volta alla Segafredo Arena: che in casa Olimpia si verifichi tutto quanto detto sopra, quindi vittoria e contemporanei KO di Partizan ed Efes, mentre la Virtus cada a domicilio contro il Baskonia, nello spareggio che vale l’8° posto in classifica.

In questo caso la Virtus chiuderebbe al 9° posto, mentre l’Olimpia al 10°, proponendo un ennesimo confronto tra le due con in palio la possibilità di giocarsi un posto al playoff, e di sfidare il Real Madrid, contro la perdente di Maccabi-Baskonia.

Un’eventualità che farebbe impazzire le due tifoserie di entrambe, che da anni stanno dando vita a una sfida continua per il predominio in Italia.

Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.