Olimpia Milano: budget stabile e mercato…è il momento del salto?

1477
Kalinic
Foto di Alessia Doniselli.

La crisi finanziaria dettata dal Coronavirus sta abbattendosi su qualsiasi attività imprenditoriale possibile, non ultima ovviamente la pallacanestro e anche quella di alto livello.
Dalla riduzione consistente del budget dell’Efes, al mancato pagamento degli stipendi da dicembre 2019 al Fenerbahce sino alla comprovata situazione problematica della polisportiva Barcellona, forse questo è davvero il momento dell’Olimpia Milano.

Budget

Prima di parlare di sport sarebbe necessario soffermarsi un momento sugli splendidi gesti umanitari del patron Giorgio Armani che, con la sua beneficenza, ha dimostrato ancora una volta (non che ce ne fosse bisogno) che caratura umana porti con sé assieme al successo. Per questo motivo meriterebbe davvero delle soddisfazioni in campo basket dove ha investito tanto e raccolto molto meno del previsto.
La conferma del budget per la prossima stagione fa pensare quindi che questa sia davvero un’occasione ghiottissima per l’Olimpia Milano che, grazie al patron, potrebbe aggredire in modo molto forte il mercato e magari approfittando della situazione precaria di molti big club europei, provare a portarsi a casa i giocatori di pedigree e forza necessari per fare il salto di qualità in ottica europea.

Credit: Alessia Doniselli

Mercato

Alessandro Maggi di RealOlimpia Milano aveva parlato di Brad Wanamaker come possibile colpo, ma la pista si è un po’ sgonfiata nelle recenti settimane vista la smentita del giocatore di voler tornare in Europa. Allora sempre da Alessandro arriva oggi la notizia che uno degli acquisti più interessanti potrebbe essere Nikola Kalinic. Questo, alla luce delle voci che avevano coinvolto Abalde e Ulanovas nel recente passato, sarebbe veramente un salto in avanti, ovvero la logica di cercare un giocatore di comprovato livello europeo e soprattutto già dimostratosi decisivo quando contava davvero, ma non per questo sul viale del tramonto.

La differenza tra il primo nome e gli altri due è evidente, come si era parlato di Shengelia e di un altro trattatore della palla che potesse sgravare di responsabilità Rodriguez. Questi sono i giocatori che l’Olimpia deve cercare per fare il salto di qualità tanto atteso. E facendosi trovare pronti in questa situazione così delicata, potrebbe davvero essere il momento di assaltare il fortino chiamato Eurolega.