Olimpia Milano: ritrova il sorriso contro Valencia, le pagelle

Olimpia Milano che ritrova la vittoria contro Valencia per 83-52.
Iniziano bene i milanesi cavalcando il solito Mirotic mentre Valencia va in netta difficoltà difensiva.
Lo però concede il rientro a Valencia che non riesce a trovare come vorrebbe Brandon Davies finendo per impastarsi offensivamente contro una bella difesa biancorossa.
Nel secondo tempo c’è subito l’allungo decisivo con un solido Flaccadori in regia e Milano può concedersi anche una serata storta di Shavon Shields.

OLIMPIA MILANO

Lo 6,5: primo tempo pessimo fatto di indecisioni e brutte letture difensive. Nel terzo quarto però guida l’allungo decisivo e ritrova anche solidità in regia.

Poythress 6,5: un paio di stupidate e qualche errore di troppo ma finalmente una presenza positiva in attacco.

Bortolani 6: entra in pieno garbage time e trova una tripla delle sue.

Tonut 6,5: solido difensivamente e prende con fiducia il tiro.

Melli 6,5: lampi di vero Melli, difensivamente parlando. In attacco è deciso ma non c’è ancora la giusta confidenza.

Ricci 6: entra e trova una tripla di tabella.

Flaccadori 7: entra con fiducia dopo gli errori di Lo e risponde presente con una prova di gran carattere.

Hall 6: svolge il compitino.

Shields 5: il canestro oggi non lo vede proprio. Serata da dimenticare.

Mirotic 8: la superiorità di talento è imbarazzante. 14 nel primo quarto con una serie di tiri impressionanti. Superiore.

Hines 7: Welcome back Kyle. Sembra in crescita la condizione fisica.

Voigtmann 6,5: cerca un po’ troppo spesso gli extra pass ma è una buona prova anche per il tedesco.

 

VALENCIA

Harper 5,5: prova a mettersi in ritmo offensivamente ma in difesa va sotto facilmente.

Claver 5: impalpabile nei minuti in campo.

Puerto 5,5: si sbatte soprattutto a rimbalzo.

Reuvers 5: in difficoltà difensiva anche se sotto i tabelloni aiuta molto.

Pradilla 5,5: pochi minuti e un paio di rubate.

Lopez-Arostegui 5: a parte le due triple ci sono ben pochi spunti.

Ferrando 5,5: tre liberi utili alla causa ma è dura chiedergli di più.

Inglis 5,5: prova a costruire con 4 assist ma fatica come tutta la squadra.

Jovic 5: fuori condizione e si vede.

Robertson 4,5: a tratti impresentabile contro la difesa milanese. E in attacco porta zero.

Davies 5: troppe palle perse, frutto di una buona difesa su di lui. Aggiusta poi le cifre con il tiretto dalla media.

Ojeleye 5: non riesce a far valere la potenza fisica e finisce ingabbiato.

Dario Destri
Dario Destri
Da un decennio abbondante presenza fissa al seguito dell'Olimpia Milano. Tanta Euroleague con due Final Four nel curriculum. Oltreoceano il cuore batte per i Suns, folgorato in gioventù dalle gesta di Steve Nash. Non chiedetemi di Dragan Bender