Olimpia Milano, Messina: “Speravo si trattasse di Crozza che imitava Zanetti”

0
391
Foto di Alessia Doniselli

Ettore Messina, in un’intervista a La Repubblica, ha risposto alle accuse mosse da Massimo Zanetti, patron della Virtus Bologna, nel corso della conferenza della scorsa settimana.

Non mi sento il nemico pubblico. Se poi ai dirigenti fa piacere individuarmi come tale, perchè un avversario per eccitare le folle serve sempre, facciano pure. Ascoltate le ultime dichiarazioni, speravo si trattasse di Crozza che imitava Zanetti. Avevo appena detto ad una tv bolognese che a Bologna stanno facendo benissimo. Lo ribadisco qui. In ogni caso non mi sento e non mi sentirò mai un nemico della Virtus. Dunque non replico.

Il coach ha anche parlato dei “dispetti di mercato”:

Dico che siamo andati su obiettivi diversi. Che Alibegovic, l’unico comune, alla fine l’hanno preso loro. Che con Moretti mi risulta che in una lunga trattativa non sia mai stato fatto un rilancio nè una comparazione di offerte.

Messina
Foto di Alessia Doniselli

Messina ha inoltre commentato la chiusura di questa stagione e cosa aspetterà Milano nella prossima:

Se il potere di interrompere la stagione, non farei l’allenatore dell’Olimpia. La stagione buttava male? Sì, ma non mi offendo, è la verità. Ma non era finita, c’erano i playoff, e in vita mia non l’ho mai data su. Chi sa un po’ di storia del basket, dovrebbe rivedersi il 1993, proprio della Virtus. Male, malissimo, fino ai playoff. Poi venne lo scudetto.

Noi siamo più atletici e profondi di quest’anno, e spero con più durezza mentale. La Virtus era molto avanti come talento e coesione, credo cerchino anche loro più profondità.

Diego nasce il 10/02/2000 a Pesaro. Fin da quando è solo un bambino coltiva la sua passione per la scrittura e per lo sport. Il suo obbiettivo è quello di trasformare queste sue passioni in un vero e proprio lavoro. Al momento scrive per Dunkest e Backdoorpodcast.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui