Olimpia Milano molto deludente contro l’Asvel, le pagelle

1059
Olimpia

Desolante prestazione dell’Olimpia Milano che crolla 81-77 contro l’Asvel.
Inizio lento e macchinoso dei milanesi (con molti assenti) che in difesa si mostrano terribilmente passivi con Lauvergne a banchettare facile contro la lentezza di Voigtmann.
Lo e Hall provano a tenere a galla un attacco che però sbaglia tantissimo vicino al ferro, mentre in difesa si aprono le voragini e ne Melli ne Hines sono in grado di chiuderle.
La passività difensiva continua ma Milano rientra più volte a un possesso per poi essere ricacciata indietro dalla semplice intensità dell’Asvel che viaggia con Scott e De Colo. Nel finale succede un po’ di tutto con una tardiva rimonta milanese ma Maodo Lo sbaglia il tiro del potenziale overtime.

ASVEL

Scott 7: non parte brillante ma esce nel secondo tempo con la sua mira dall’arco.

Thomas SV

Lee 6,5: male nel primo tempo, condizionato nei falli, si gestisce nel secondo.

Kahudi 6,5: bravo a costruire per i compagni e a essere reattivo su ogni pallone.

Lauvergne 8: capisce immediatamente che Voigtmann è “invisibile” e lo punisce a ogni singola azione. Il doppio della voglia di tutta l’Olimpia.

Luwawu-Cabarrot 6: pasticcia molto al tiro ma basta e avanza per una buona serata.

Jackson 6: non spicca ma contribuisce per intensità e aggressività.

De Colo 7: lampi del vero De Colo che illuminano l’attacco dell’Asvel. Con lui il gioco si alza di qualità.

Lighty 5,5: piuttosto impalpabile anche a livello di aggressività. Non la sua serata.

Ndiaye 7: eccellente vicino al ferro e sempre reattivo. Voce grossa sotto i tabelloni.

Yaacov 7: solidissimo nei minuti che gli vengono concessi, ordinato e preciso al tiro.

OLIMPIA MILANO

Lo 6: segnare segna, su tante iniziative personali, ma in difesa spesso sbanda e non riesce a costruire per i compagni.

McGruder 5,5: bravo a lottare nel fango sulle palle vaganti ma non è sempre più chiaro che parliamo di un (ottimo) comprimario.

Poythress 4,5: pochi minuti ma sufficienti per apparire fuori partita con falli e palle perse.

Bortolani 5: le difese ormai gli negano le uscite e lui non riesce più a trovare conclusioni.

Melli 4,5: prestazione mollissima piena di disattenzioni difensive non da lui. Ci si aspetta di più dal capitano.

Ricci 5,5: lotta come può su ogni pallone.

Hall 6: unico che riesce a costruirsi il tiro, ma rimangono situazioni estemporanee.

Shields 5: inizia passivo e si porta dietro per tutta la partita una scarsa intensità. Pessime percentuali.

Hines 5: oggettivamente in difficoltà contro i lunghi atletici dell’Asvel.

Voigtmann 3: una delle peggiori prestazioni mai viste. In difesa viene bullizzato da Lauvergne che gli sfugge via come se fosse Marcell Jacobs, in attacco invece ormai si limita a fare la sponda. Giocatore completamente assente.

Dario Destri
Da un decennio abbondante presenza fissa al seguito dell'Olimpia Milano. Tanta Euroleague con due Final Four nel curriculum. Oltreoceano il cuore batte per i Suns, folgorato in gioventù dalle gesta di Steve Nash. Non chiedetemi di Dragan Bender