Olimpia Milano: quando i rientri di Mitoglou e Shields?

2401
Dinos Mitoglou

L’Olimpia Milano è reduce da un periodo in cui gli equilibri sono molto sottili tra la gestione dello sforzo dei propri senatori e la necessità di fare risultato in un periodo incredibilmente fitto di partite sui due fronti. La coperta è corta comunque la si voglia guardare, ma Ettore Messina sta trovando risposte praticamente da tutti.

Le seconde o terze linee stanno rispondendo presente a rotazione, messe in campo forse per obbligo, hanno ognuna portato il proprio mattone.
Le prestazioni di Ricci in Eurolega, le buone prove di Baldasso e Alviti in campionato, la risposta d’intensità di Grant all’inizio dell’emergenza e ora anche l’impatto di Daniels in alcune partite (vedi ieri sera contro lo Zalgiris).
Ma la vera domanda che attanaglia i tifosi e che ci avete sottoposto in diversi nella video chat di ieri sera è: quando tornano Shields e Mitoglou?

Con infortuni così lunghi è sempre difficile dare una timetable definita perché al momento del trauma si fa una stima generica in base alla tipologia di problema, poi le variabili diventano tante. Ovviamente, maggiore è lo stop, più queste aumentano. Per questo capiamo la “nebulosità” delle informazioni sui rientri, ma abbiamo provato a raccogliere qualche informazione per chiarire un po’ il quadro.

Shavon Shields

Possiamo dire senza timore di smentita che sia il go to guy offensivo di questa squadra e l’infortunio occorsogli durante il match del 16 dicembre contro il Real Madrid ha complicato molto i piani. L’operazione per l’analisi della frattura e le sei settimane di tutore successive ovviamente sono già passate, quindi è già partita la rieducazione. Il giocatore ha sempre lavorato a livello fisico con il gruppo, però senza pallone, quindi se è vero che il percorso rieducativo è iniziato e sta procedendo, i tempi risultano essere ancora piuttosto lunghi.
Messina aveva già fugato ogni dubbio nelle scorse conferenze stampa riguardo a un suo potenziale rientro per le Final Eight di coppa Italia, ma l’attesa del rientro potrebbe essere ancora piuttosto lunga. Non c’è una data definita per i motivi di cui sopra, ma per rivederlo in campo ci vorrà del tempo, quindi con tutta probabilità il mese di febbraio Shields lo guarderà ancora vestito in borghese.

 

Dinos Mitoglou

Discorso diverso invece per l’ala greca che ha rimediato la frattura del quinto metatarso del piede sinistro, esattamente un mese prima del compagno, il 17 novembre in quel di Kazan. Fisiologicamente il suo rientro è molto più vicino. Anche per lui è certa l’assenza durante le Final Eight di coppa Italia, ma è ragionevole pensare di rivederlo in campo immediatamente dopo la coppa nazionale. Non è ancora stato stabilito se sarà arruolabile appena dopo la kermesse di Pesaro, ma nella peggiore delle ipotesi si dovrà attendere al massimo qualche partita.
Ci vorrà poi fisiologicamente qualche match di assestamento per normalizzare la condizione, però da questo punto di vista i tifosi di Milano possono guardare al futuro con moderato ottimismo, sperando con questi infortuni di aver pagato il pegno con la sfortuna per quest’anno.