Olimpia-VL Pesaro: fischio dubbio su Mirotic? Spiega Corrias

Nella quinta giornata di campionato la VL Pesaro ha espugnato il Mediolanum Forum di Assago. Brutta sconfitta per l’Olimpia Milano, alla sua seconda in campionato e seconda di fila dopo l’altrettanto negativa gara contro l’Alba Berlino. Decisivo per i marchigiani un Leonardo Totè rinato in questa stagione, mentre dal lato scarpette rosse i pochi segnali positivi arrivano soprattutto da Ismael Kamagate. Per l’analisi dettagliata della gara vi rimandiamo al nostro GamePlan, la rubrica in cui cerchiamo di leggere le chiavi tattiche di tutte le principali partite di giornata. Se invece vi interessa avere qualche spunto di riflessione dal punto di vista degli episodi arbitrali, siete nel posto giusto: facciamoci aiutare come al solito dal nostro Silvio Corrias, uno degli esperti all’interno della chat premium di Backdoor Podcast.

L’episodio di cui andiamo a parlare oggi riguarda un fischio su Nikola Mirotic, che quando arrivato nella partita di ieri ha suscitato diverse proteste da parte del montenegrino stesso. Siamo a poco più di 3′ dall’inizio del terzo periodo. L’Olimpia si trova in attacco sul +5, Mirotic riceve in post sul vertice alto contro Bluiett. L’ex Barca testa il suo avversario con due palleggi, poi si arresta con uno step back per creare separazione e tira. In quel momento arriva il fischio dell’arbitro Mazzoni: infrazione di passi. Giusto o sbagliato fischiarli in questo caso? Qui sotto trovate il video dell’azione e subito dopo la spiegazione del nostro esperto di fiducia, Silvio Corrias.

View post on imgur.com

L’analisi in questo caso è abbastanza semplice: Mirotic raccoglie la palla con il piede destro per terra, salta e riatterra prima col destro e poi col sinistro, passi! Non è permesso saltare due volte sullo stesso piede, che sia terzo/quarto tempo, che sia virata o step back. La mimica di Mazzoni è evidente. I giocatori spesso non si rendono conto del movimento che fanno (anche perché spesso non gli viene fischiato) e sono convinti (come Mirotic) di aver fatto un movimento legale.

Se Mirotic dopo la raccolta del pallone avesse fatto l’arreso a un tempo (anche con i piedi disallineati), la giocata sarebbe stata legale e il giocatore avrebbe potuto fare anche passo e tiro, scegliendo il piede perno tra uno dei due arrivati a terra simultaneamente!

Marco Marini
Marco Marini
Marchigiano fuori sede, studio Relazioni Internazionali e nel frattempo mi diletto a scrivere della mia più grande passione: il basket.