Olimpia ritrova la vittoria, Virtus crolla a Madrid – Power Ranking EuroLeague

Eccoci con una nuova puntata del nostro power ranking. Settima giornata di EuroLeague che ha visto rispettato il fattore campo, salvo per i successi esterni di Baskonia e Panathinaikos, rispettivamente su Olympiacos e ALBA Berlino. Giornata agrodolce per le nostre due rappresentanti, con l’Olimpia Milano che torna al successo, mentre la Virtus Bologna cede nettamente in casa dell’imbattuto Real Madrid. Alla vigilia del secondo doppio turno stagionale, andiamo a vedere come si è mossa la classifica al termine di questa giornata.

18- LDLC ASVEL Villeurbanne

Pozzecco sogna il secondo successo in EuroLeague, per lo più ai danni dei “cugini” del Monaco, il che lo avrebbe portato direttamente negli annali del club. Invece alcune decisioni arbitrali avverse nell’ultimo periodo, come dichiarato dallo stesso tecnico nel post gara, spingono il successo verso il Principato. Per tre quarti la differenza di roster non si è vista e questo può e deve essere un punto di partenza.

17- ALBA Berlino

Nonostante un’ottima prestazione del nostro Gabriele Procida (16 punti) i tedeschi devono cedere il passo al Panathinaikos, troppo forte nei pressi del ferro per poterlo contrastare. Niente allarmismi, la filosofia del club è questa da anni e non la cambieranno certo per qualche risultato avverso. Ecco, magari serve trovare qualche alternativa credibile e costante ai solo Sterling Brown e Johannes Thiemann.

16- FC Bayer

Sul neutro di Belgrado, arriva una nuova sconfitta di misura per i bavaresi. Ancora una volta, e adesso sta diventando un’abitudine, manca sempre qualche dettaglio per riuscire a portare a casa la vittoria nelle sfide equilibrate. Se togliessimo il -6 subito nel solo terzo periodo, la squadra di Pablo Laso avrebbe vinto anche questa partita.

15- Crvena Zvezda Meridianbet Belgrade

Il cambio di allenatore non ha sortito gli effetti desiderati in casa Stella Rossa. A Barcellona arriva l’ennesimo KO di una stagione che, ai nastri di partenza, vedeva i serbi tra le pretendenti alle Final Four. Niente di definitivo, ma se vinci solo contro Bayern e ASVEL, non puoi minimamente pensare di poter ambire a qualcosa in più di un piazzamento di bassa classifica.

14- EA7 Emporio Armani Milano

Verrebbe quasi da dire “era ora!” serve un Valencia arrivato a Milano in condizioni precarie per far trovare il successo all’Olimpia, trascinata ancora una volta da un Mirotic sontuoso. A tratti si è rivista la difesa messiniana, marchio di fabbrica di questo ciclo Olimpia, che ha messo la museruola all’attacco (spuntato) dei valenciani. Un buon modo di preparare la prossima trasferta di Bologna in casa Virtus per l’Euroderby.

13- Anadolu Efes

Partita dai due volti quella degli uomini di coach Can. Sembrava un successo scritto già all’intervallo, ma poi sono stati costretti a un supplementare per avere la meglio dello Zalgiris. Note positive, oltre al successo, le prestazione di Shane Larkin e soprattutto di Will Clyburn, autentico mattatore della sfida. Notizie positive per l’Olimpia Milano, che dovrà affrontare i turchi giovedì al Forum.

Stefano Sanaldi
Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.