Olimpia senza grinta, Virtus gagliarda – EuroLeague Power Ranking

253
Olimpia

Dopo la pausa torna in campo anche EuroLeague per il ventisettesimo turno, che ci avvicina sempre più alla fine della stagione regolare. L’Olimpia cade a Lione e butta via le residue chance di play-in, la Virtus supera Valencia e prova a restare nel gruppo di testa.

Andiamo a scoprire nel nostro power ranking come cambia la classifica.

18-  ALBA Berlin (-1)

Altro, ennesimo no game per la formazione della capitale. In casa contro il Maccabi arriva un pesantissimo -35 con gli israeliani che dominano la partita sin dalla palla a due, costruendo subito un vantaggio insormontabile per la squadra tedesca. La difesa, purtroppo, continua ad essere drammatica e questo problema cronico sta compromettendo qualsiasi chance di gioia, almeno parziale.

17- LDLC ASVEL Villeurbanne (+1)

La classifica ha poco e nulla da dire, ma l’ASVEL va a caccia di successi parziali, come avvenuto contro l’Olimpia. La formazione francese chiude con un lusinghiero 30/57 dal campo, vincendo addirittura la battaglia nel pitturato. ASVEL che potrebbe vincere anche in maniera più larga, ma nel finale rischia la beffa con l’Olimpia che prova a rientrare prepotentemente ma la formazione di Poupet resiste agli affondi e ora non è più desolatamente ultima in classifica.

16- Crvena Zvezda Meridianbet Belgrade (=)

Stella Rossa che perde in Baviera in una gara emblema della sua stagione. Una partita che ha visto la formazione serba sempre sotto sin dalla palla a due e incapace di porre un freno alle iniziative del duo Ibaka-Booker. Nemmeno lo sconfinato talento offensivo negli esterni di coach Sfairopoulos riesce a evitare la sconfitta: il misero 8/30 dall’arco è la mazzata sulle speranze di proseguire la stagione europea.

15- Anadolu Efes Istanbul (-1)

Partita “pazza” quella Stark Arena. Purtroppo per i biancoblu, arriva una sconfitta che compromette le speranze di riagganciare almeno il treno play-in. Una partita equilibrata, che esplode nell’ultimo quarto, dove gli attacchi dominano le difese. Purtroppo per Larkin e compagni, l’attacco che domina è quello del Partizan, con i ragazzi di Istanbul che ci provano in tutti i modi, senza riuscirci, pagando a caro prezzo la serata non positiva dei suoi tiratori dall’arco.

14- Zalgiris Kaunas (-1)

Coach Trinchieri va KO contro l’Olympiacos e, probabilmente, dice addio alle possibilità di rimontare sino alla post season. Zalgiris che fatica tremendamente a contenere lo strapotere fisico dei lunghi ateniesi in difesa, mentre in attacco Evans non riesce a trovare una delle sue solite serate. Tutta la squadra fatica da oltre l’arco, e questo rende ancor più complicato pensare di impensierire una formazione come quella di Bartzokas.

13- EA7 Emporio Armani Milano (-1)

Come spesso accaduto in questa stagione, quando l’Olimpia deve vincere, fallisce sempre. La trasferta di Lione, seppur senza alcuni dei suoi attori principali, pareva alla portata dei biancorossi. La difesa Olimpia, marchio di fabbrica, è assente non giustificata per buoni 28 minuti. Nemmeno la rimonta nel finale, complice il calo dell’ASVEL, non porta alcun frutto. Uno psicodramma per l’Olimpia, arrivata alla fine dei giochi in EuroLeague.