Olimpiadi 2024: il roster USA spaventa tutti

937
Olimpiadi

Dopo lo spettacolo andato in scena un mese fa con la FIBA World Cup, il mondo del basket inizia a prepararsi alla prossima grande competizione internazionale: le Olimpiadi di Parigi 2024. Molte nazionali, tra cui l’Italia, devono ancora guadagnarsi un posto con i vari tornei di qualificazione, ma una squadra che sarà sicuramente presente è Team USA. Dopo la delusione Mondiale, la domanda che tutti pongono è la seguente: a quale versione degli Stati Uniti assisteremo? Una ridimensionata, come quella partita per le Filippine, o una più simile a un “Dream Team”? Tutti gli indizi lasciati sul sentiero in queste settimane fanno pensare più alla seconda opzione, e gli avversari possono iniziare già a tremare.

Tutto è iniziato pochi giorni dopo la conclusione dei Mondiali. In seguito alla delusione americana per la sconfitta contro la Germania, molti insider hanno iniziato a riportare la voglia delle maggiori stelle NBA di giocare per la propria nazionale a Parigi. In particolare, un report di Shams Charania dell’11 settembre parlava di un Lebron James molto attivo, intento a reclutare telefonicamente diversi compagni per assemblare il roster olimpico.

Ieri, varie dichiarazioni dei giocatori stessi hanno confermato queste voci. Durante l’NBA Media Day, il primo a esprimere il proprio intento a giocare nelle prossime Olimpiadi è stato Kevin Durant. “Giocherò alle Olimpiadi l’anno prossimo”, queste le sue parole.

Subito a seguirlo sono arrivate le parole di Steph Curry, che ha espresso la propria volontà di partecipare per la prima volta alle Olimpiadi con la propria nazionale. “Voglio giocare, è l’unica cosa che ancora mi manca… Ci voglio decisamente essere. Voglio essere in quella squadra”.

Per quanto riguarda gli altri nomi, Tim Reynolds di AP ha confermato la disponibilità di molti altri giocatori a rispondere alla chiamata. Eccone di seguito l’elenco:

  • Bam Adebayo, DeMar Derozan, Devin Booker, Bradley Beal, Jaylen Brown, Donovan Mithcell, Khris Middleton, Julius Randle, Zach Lavine, Aaron Gordon, Kyle Kuzma, Zion Williamson, Kahwi Leonard, Fred Vanvleet, Brook Lopez.

Oltre a questi anche Kyrie Irving, Draymond Green, Jimmy Butler e Paul George hanno mostrato segnali positivi nei confronti di un’eventuale partecipazione. Come se non bastasse, dal Media Day dei Lakers anche Anthony Davis ha fatto sapere di essere pronto ad accettare nel caso gli venisse chiesto.

Certamente, tra tutti questi giocatori solo alcuni saranno selezionati per far parte della squadra. Un ruolo fondamentale lo avrà senza dubbio LeBron James, il più impegnato al momento nel cercare di coinvolgere i compagni. L’unico dubbio riguardante l’ala dei Lakers saranno le sue condizioni fisiche, ma il King di Akron non sembra preoccuparsi troppo di questo aspetto.

In base ai giocatori che ho in testa per riempire quel roster, non penso sarebbe una tassa fisica troppo grande da pagare per me. Non dovrei fare molto. Andare un po’ a rimbalzo, passare la palla, difendere, stoppare qualche tiro. Vedremo cosa accadrà.

Da non dimenticare, poi, che a tutti questi giocatori potrebbe aggiungersi anche Joel Embiid. L’MVP della scorsa stagione infatti deve ancora decidere per quale squadra giocare, USA o Francia. Nel caso accettasse di giocare per gli Stati Uniti, potremmo davvero assistere a un’edizione della nazionale americana al livello dei vari “Dream” e “Redeem Team”.