Ousmane Diop, cosa porta all’Olimpia Milano ?

1704

Continuano i lavori in casa Olimpia per rimpinguare il reparto italiani e l’ultimo innesto in ordine cronologico è quello di Ousmane Diop, centro senegalese ma di formazione italiana, che nella stagione 2024/2025 farà parte del roster allenato da Ettore Messina.

Carriera

Classe 2000, nasce in Senegal e approda in Italia quando viene ingaggiato dalla Pallacanestro Udine per entrare a far parte del suo settore giovanile nel 2015. Nella stagione 2015-2016 viene girato in prestito alla Virtus Feletto per completare la formazione giovanile ed essere pronto a esordire in Legadue nella stagione 2016-2017.

A Udine gioca due ottimi campionanti, conquistando l’accesso ai play-off nella stagione 2017-2018. La prima stagione gioca solamente 12.8 minuti di media, mentre nella seconda stagione sale a 18.8. Dai 2.8 punti di media della prima stagione, passa ai 5.11 della seconda, crescendo anche nel suo contributo a rimbalzo. 2.55 rimbalzi totali a 4.83.

L’ottima esperienza friulana, unita alla formazione italiana, gli permettono di firmare un contratto quadriennale con la Dinamo Sassari a partire dalla stagione 2018-2019. Nella sua prima esperienza in A non trova molto spazio tanto da venire spedito in Legadue a Cagliari.

E’ nel capoluogo sardo che avviene la sua esplosione, chiudendo la stagione con 15.11 punti di media in 21.3 minuti giocati. Il tutto condito dai 7.22 rimbalzi di media totali. Dopo l’ottima stagione, la Dinamo Sassari decide di mandarlo in prestito a Torino per le stagioni 2019-2020 e 2020-2021.

Nel capoluogo piemontese si conferma, mettendo insieme ottimi numeri stagionali. Nella prima annata ovviamente è costretto a fermarsi come tutti per il covid ma alla sospensione del campionato gira a 24.9 minuti di media e 11.7 punti e 7 rimbalzi totali. Nella stagione successiva eleva ulteriormente il suo rendimento arrivando a giocare 26 minuti con 14.8 punti di media e 7.3 rimbalzi totali.

Le tre ottime annate in Legadue convincono definitivamente la Dinamo Sassari a puntare su di lui e nella stagione 2021-2022 entra in pianta stabile nel roster della prima squadra sarda. Il suo primo impatto con la serie A è buono e chiude la stagione con 14.6 minuti giocati di media, 5.7 punti e 3.3 rimbalzi. Contribuisce attivamente alla conquista della semifinale play-off, persa poi con Milano.

Nella stagione successiva diventa ancora più centrale nelle rotazioni della Dinamo, facendo registrare 19,5 minuti di media e 10,3 punti, il tutto condito da 5,3 rimbalzi. Ancora una volta la sua squadra conquista la semifinale play-off e ancora una volta è costretto ad arrendersi all’Olimpia Milano.

La stagione 2023-2024 parte in maniera negativa causa un brutto infortunio che lo costringe a stare fermo per quasi due mesi. Rientra a ridosso del giro di boa del campionato e aiuta la Dinamo Sassari a risalire la classifica. La stagione è ben al di sotto delle aspettative e la squadra sarda conquista la salvezza ma manca l’accesso ai play-off.

Al netto di tutto, il suo contributo non manca e fa registrare 11.5 punti di media in 21.5 minuti con 5.3 rimbalzi. L’ennesima ottima annata convince l’Olimpia Milano a offrirgli un biennale.