Pablo Laso lascia la Baviera per i Paesi Baschi

126
Pablo Laso
Foto di Savino Paolella

La vicenda di Pablo Laso ha dell’incredibile. Il coach spagnolo, sino a poche ore fa seduto saldamente sulla panchina del Bayern Monaco, è ora il nuovo allenatore del Baskonia. Andiamo a ripercorrere tutti i passaggi di questa vicenda, che ha lasciato interdetti in molti.

Laso via dalla Baviera

Nelle prime ore di questa mattina, la notizia clamorosa: Pablo Laso lascia la guida del Bayern Monaco dopo appena una stagione. La notizia arriva direttamente dal club bavarese che parla di “motivi personali” alla base di questa repentina decisione.

“Laso ha informato il club che per motivi familiari è costretto a lasciare il Bayern Monaco già dopo la sua prima stagione a Monaco. Il club ha seguito la richiesta del due volte campione di Euroleague di risolvere il suo contratto, che originariamente scadeva nel giugno 2025. Laso (56 anni) ha informato l’organizzazione della sua volontà lo scorso fine settimana”.

Arrivato la scorsa estate alla guida del Bayern, in questa stagione Laso ha riportato i bavaresi a vincere la coppa di Germania prima e il campionato poi. Una notizia shock che ha riportato alla mente i problemi di salute avuti nel 2022, quando fu vittima di un infarto durante i playoff con il Real Madrid.

Il commento del club

Immancabili, all’interno del comunicato, anche le parole dell’amministratore Delegato della formazione bavarese, Marko Pesic:

“La decisione di Pablo è stata inaspettata, ma lo rispettiamo molto come allenatore e personalità e vorremmo sinceramente ringraziarlo per il suo lavoro e il suo grande impegno in quella che è stata una stagione di successo. Auguro a Pablo tutto il meglio per il futuro”.

La svolta

appena uscita l’ufficialità della risoluzione tra Laso e il Bayern, subito si sono scatenati rumors su un possibile approdo del coach spagnolo sulla panchina del Baskonia, ancora vacante.

Voci che sono diventate realtà poco dopo, quando la formazione basca ha annunciato la firma di Pablo Laso come nuovo allenatore. L’allenatore, nativo proprio di Vitoria, ha formato un contratto sino al 2027 con la formazione basca.

Per il Baskonia un coach di altissima caratura europea, considerata l’esperienza di coach Laso e il suo palmares, che lo vede come il coach spagnolo più vincente della storia. Senza tralasciare i trascorsi da giocatore, proprio a Vitoria, dove ha vestito la maglia basca dal 1984 al 1995.

Resta ora da capire se i problemi familiari citati dal Bayern Monaco come motivo per la risoluzione riguardassero qualche membro della famiglia Laso, che ha così obbligato anche Pablo a fare ritorno in Spagna.

Di questa vicenda, sicuramente, si continuerà a parlare anche nei prossimi giorni e le verità di entrambe le parti in causa verranno a galla. sta di fatto che il Bayern è costretto a trovare un’alternativa, e in fretta, a coach Laso. Il primo nome sulla lista sarebbe quello di Vassilis Spanoulis. L’attuale CT della nazionale greca è reduce da due ottime annata alla guida del Peristeri.

Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.