Pedrazzi: “La Virtus deve sapere che i tifosi non fischieranno mai Messina”

0
416
Werther Pedrazzi
Grafica di Grazia Cifarelli

Nella video chat del martedì è stato ospite Werther Pedrazzi, penna storica del basket e anche editorialista per Backdoor Podcast, che è tornato con noi su tanti argomenti tra Legabasket e nazionale. Qui alcuni estratti:

Sulla diatriba Virtus-Olimpia:

Il dualismo fa bene allo sport da sempre, ma quando la Virtus Bologna attacca Milano, soprattutto in questo momento storico, deve sapere tutto il pregresso, perchè il tifoso Virtus non fischierà mai Ettore Messina. Il coach di Milano ha risposto in modo molto sagace e sarcastico alle uscite di Zanetti paragonandolo all’imitazione di Crozza. A tal proposito Zanetti mi pare mal consigliato, perchè risulta strano che, da industriale qual è, si “lamenti” del libero mercato.

Su Petrucci e il basket italiano:

L’unica cosa che penso è che quando bisogna prendere delle decisioni, bisogna farlo in modo netto e unanime. Non si è ripartiti perchè i diritti televisivi non sono paragonabili a quelli del calcio e come al solito si è rimasti in mezzo al guado. I dirigenti della pallacanestro italiana rispetto al passato valgono come un dollaro bucato, perchè non ci sono dirigenti che abbiano il senso di qualcosa da dare e non solo da chiedere al nostro basket. Vi invito a leggere l’intervista ad Alfredo Cazzola che dice: “Siamo esattamente a vent’anni fa. Ho tentato di fare una rivoluzione, ma mi hanno stoppato.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui