Pesaro batte Brescia e con Foreman torna alla vittoria, le pagelle

868
Pesaro Brescia

La sfida Tra VL Pesaro e Germani Brescia si apre con le due formazioni che rispondono colpo su colpo ai reciproci canestri finchè i padroni di casa con Foreman e Totè non riescono a guadagnare un primo vantaggio.
Il quarto si chiude con 4/4 da 3 di Foreman che si carica la squadra sulle spalle e termina i primi 10 minuti 29-21.

Il secondo quarto si apre con Brescia che mette in luce le proprie qualità offensive e prova ad accorciare nel punteggio, ma Pesaro mette in luce tutto il suo talento offensivo e, sfruttando anche gli errori difensivi degli ospiti, mette a segno una serie di pesanti canestri con Foreman e Bluiett che li portano all’intervallo lungo sul punteggio di 54-45.

Le due squadre rientrano dagli spogliatoi con Pesaro che rimette da subito sul parquet grinta ed aggressività allungando ancora nel punteggio, ma Brescia resiste cercando di restare il più attaccata possibile nel punteggio con Petrucelli.
Tambone e Foreman però ricacciano a distanza di sicurezza gli ospiti e il quarto si chiude 79-68.

L’ultimo quarto vede Pesaro continuare a segnare seppur con qualche errore e disattenzione, mentre Brescia fatica in tutte le fasi di gioco non riuscendo né a contenere i padroni di casa né a trovare il fondo della retina.
La sfida termina 93-83.

 

VICTORIA LIBERTAS PESARO

McDuffie 5,5: nella sfida tra Pesaro e Brescia è stato poco preciso e non sempre ha messo in luce tutte le sue qualità

Bamforth 5: nei pochi minuti in cui è in campo non riesce mai ad incidere e ad essere pericoloso.

Bluiett 6,5: mette a segno canestri decisivi e riesce sempre a farsi trovare pronto.

Visconti n.e.

Wright-Foreman 8: alla sua prima partita con la maglia di Pesaro è da subito decisivo e riesce a mettere in luce il suo eccellente talento offensivo con 25 fondamentali punti a referto.

Ford 6,5: nonostante i tanti errori al tiro non manca mai di mettere grinta ed energia in difesa e a rimbalzo.

Maretto n.e.

Tambone 7: nella sfida tra Pesaro e Brescia si è rivisto il Tambone che in molti si aspettavano di vedere: preciso, sempre pronto e utile.

Cinciarini 6,5: si conferma un giocatore fondamentale nello scacchiere di Pesaro e anche nella sfida odierna dove non ha brillato al tiro è riuscito a dare il suo contributo.

Mazzola 4,5: nei pochi minuti in cui è in campo risulta poco incisivo e persino dannoso.

Totè 7,5: nella sfida contro Brescia si è dimostrato un giocatore importante e il suo contributo in area e sotto il punto di vista offensivo è stato fondamentale per la vittoria.

 

PALLACANESTRO BRESCIA

Christon 6: in campo prova a dire la sua ma fatica a mettersi in ritmo e commette tanti errori tra cui spiccano le palle perse.

Gabriel 5: una sfida in cui è stato poco incisivo al tiro e in cui non è mai riuscito a portare un contributo concreto.

Bilan 6,5: sotto canestro riesce sempre a dire la sua e a confermarsi un giocatore sempre utile.

Burnell 6: sul parquet lotta e mette a segno anche canestri importanti non mollando mai con aggressività.

Massinburg 6: in questa sfida è stato uno dei giocatori più utili ed incisivi e, in uscita dalla panca, ha confermato il suo ottimo rendimento.

Tanfoglio n.e.

Della Valle 5: invisibile e impalpabile sotto tutti i punti di vista.

Petrucelli 6,5: nella sfida tra Pesaro e Brescia è stato probabilemente il migliore dei suoi e l’ultimo ad arrendersi nonostante gli errori al tiro da 3.

Cobbins 5: per tutta la gara non è mai riuscito a mettersi in ritmo e ad entrare in partita.

Cournooh 5,5: prova a dire la sua nel pochi minuti in campo, ma il suo contributo si ferma ai 3 punti a segno.

Akele 6: energia e grinta in attacco e in difesa seppur non sempre sia riuscito a risultare incisivo sotto l’aspetto offensivo.

Porto n.e.