Pesaro senza grinta perde contro la Pallacanestro Reggiana, le pagelle

911
Pesaro Pallacanestro Reggiana Smith
Credits Ipa Agency

La sfida tra VL Pesaro e Pallacanestro Reggiana si apre con gli ospiti che, sfruttando anche gli errori pesaresi, si portano subito in vantaggio, ma i padroni di casa provano a rispondere e, con Totè top scorer, chiudono il quarto 14-19.

Il secondo quarto inizia con un botta e risposta tra le due formazioni, ma è Reggio Emilia che riesce a sfruttare le proprie qualità e a guadagnare margine nel punteggio chiudendo il primo tempo 32-41 in favore della Pallacanestro Reggiana.

Reggio Emilia rientra in campo dagli spogliatoi mettendo sul parquet grinta ed energia e con Faye e Galloway si porta sul +20.
I padroni di casa provano ad alzare l’intensità, ma i tanti errori al tiro non permettono di ricucire il gap nel punteggio contro una Pallacanestro Reggiana che, al contrario, non sbaglia tanto al tiro.
La terza frazione termina 48-69 a favore della squadra di coach Priftis.

Il quarto quarto vede Reggio Emilia controllare il proprio vantaggio mentre Pesaro prova a recuperare, ma la differenza tra le due formazioni appare in campo troppo schiacciante con i padroni di casa che escono sconfitti 69-87 senza mai aver impensierito gli avversari.

 

VICTORIA LIBERTAS PESARO

McDuffie 6: i suoi punti e i suoi rimbalzi sono alcune delle poche cose che permettono a Pesaro di non affondare contro questa Pallacanestro Reggiana.

Bamforth 5,5: non riesce ad essere costante al tiro e le sue medie ne sono la prova anche in questa prestazione.

Bluiett 5: nei minuti in cui è sul parquet non riesce mai ad incidere.

Visconti 5,5: entra nel secondo tempo, prova ad incidere con grinta ed energia, ma senza risultati concreti.

Wright-Foreman 4,5: è stato firmato per trascinare Pesaro alla salvezza, ma contro Reggio Emilia il suo contributo è quasi nullo.

Ford 5: gioca poco e non riesce mai ad entrare veramente in partita.

Maretto n.e.

Tambone 6: è tra i più utilizzati e uno di quelli che fino alla fine ha lottato mettendo grinta in campo.

Cinciarini 5: non è neanche lontanamente il giocatore visto contro la Virtus nella scorsa sfida.

Mazzola 5,5: in campo sgomita e prova ad incidere, ma fatica nonostante siano evidenti alcuni miglioramenti rispetto alle scorsa giornate.

Totè 5,5: gioca 10 minuti nei quali non sfigura eccessivamente, ma non viene più rimesso in campo.

 

PALLACANESTRO REGGIANA

Weber 7: nonostante il poco contributo sotto la voce dei punti si è dimostrato sempre pronto e pericoloso e le 5 palle recuperate ne sono la conferma.

Bonaretti n.e.

Cipolla s.v.: gioca troppo poco per essere valutato.

Galloway 7: si conferma un giocatore dal potenziale offensivo altissimo e una delle pedine più importanti del roster di Reggio Emilia

Faye 7,5: dimostra, ancora una volta, di essere un lungo dal grandissimo talento e potenziale, nonostante qualche fallo banale oggi ne abbia limitato il minutaggio.

Smith 7.5: è il top scorer dei suoi in questa sfida contro Pesaro dove mette in luce tutte le sue qualità e la sua esperienza.

Uglietti 6: nei minuti in cui è sul parquet riesce a dire la sua e a non far mai rimpiangere il titolare.

Atkins 6: gioca spesso fuori ruolo e non riesce mai ad incidere.

Black 7: mette a referto una doppia doppia col 100% dal campo che conferma le sue qualità e la sua importanza in questo roster.

Vitali 6: non brilla, ma riesce comunque a portare il suo contributo.

Grant 6: grinta ed energia sempre al servizio della squadra gli permettono di incidere in questa sfida.

Chillo 6,5: parte titolare e riesce ad essere sempre intenso in difesa e importante all’interno dei giochi di Reggio Emilia nonostante lo 0/3 da tre e un contributo non eccellente in fase offensiva.