Post G2 Olympiacos-Monaco: il ritmo alto premia i monegaschi, serie 1-1

128
Olympiacos-Monaco gara 2

Dopo un primo quarto difficile, Monaco riesce ad alzare il ritmo e portare a casa il punto del pareggio. Nel secondo e terzo quarto è una partita completamente diversa da gara 1, nella quale la difesa dell’Oly era riuscita a tenere i monegaschi incredibilmente a 54 punti. Sicuramente è un altra intensità (43 falli totali contro 29 di mercoledì scorso), che consente alla difesa degli ospiti molti recuperi e forza palle perse a ripetizione dell’Oly. I punti in transizione e gli attacchi “motion” consentono a Monaco di segnare quasi 100 punti con fluidità. Finisce 72-96 e la serie si preannuncia lunga. 

Troppe palle parse da parte dell’Oly

Il trattamento di palla di Sloukas e Walkup non è quello di gara 1: i due play sommano 8 perse e Monaco ne approfitta. Il totale di 20 perse da parte dei padroni di casa, sommati ai 10 recuperi dell’ottima difesa di Monaco, fruttano 20 punti agli ospiti. 

Prima Bacon e poi Andjusic con percentuali irreali….

Paris Lee nel secondo quarto (che finisce 12 a 30) riesce a mettere in ritmo Bacon e Andjusic. Gli attacchi del Monaco producono molti buoni tiri: la difesa dell’Oly non riesce a fermare i soliti molti isolamenti di Bacon:

e non riesce a mettere le mani addosso ai monegaschi, rimanendo spiazzata dai canestri in catch and shoot di Andjusic:

Il risultato è fotografato dalle percentuali straordinarie degli ospiti a fine partita: 66% da due e 50% da tre.

Dall’altra parte nel primo tempo solo Dorsey riesce a mettere un buon bottino a referto, ma sparirà dal campo nella ripresa.

….poi James da solo abbatte i greci nel terzo quarto

Mike James era stato completamente fuori partita per tutto il primo tempo, tenuto a bada da Walkup, come in gara 1. Monaco è comunque avanti agevolmente grazie all’ottima partita di Bacon, ma l’Oly cerca di stringere i tempi aumentando intensità e fisicità in difesa. Ad un certo punto succede l’imprevisto. James nel terzo quarto subisce un fallo pesante da Dorsey e si ferma per 5 secondi lamentandosi con gli arbitri. Poi riprende palla e segna una tripla incredibile. Da quel momento entra in trance agonistica e segna 16 punti con 6/8 dal campo (4/5 da tre) nel solo terzo quarto, allungando definitivamente il divario tra le due squadre.

James chiuderà con 23 punti (5/8 da tre), 3 assist, 2 rubate e 21 di valutazione.

 

v.campanale
Laureato in ingegneria, appassionato di pallacanestro da sempre, ho un debole per il taglio backdoor, l'arresto a due tempi e le statistiche avanzate.