Post Monaco-Maccabi: Wilbekin non basta

41
Monaco

Monaco vince per 82-76 la sfida con il Maccabi. Partita che ha messo di fronte due squadre con grossi problemi su entrambe le metà campo e che alla fine ha visto prevalere la squadra del principato. Al Maccabi non bastano i 31 punti di Wilbekin, per i monegaschi ottime prove di James (12 pt e 11 ast), Diallo e Motiejunas (16 pt).

Difesa NP

Nella partita di questa sera il Maccabi ha mostrato per l’ennesima volta i suoi problemi difensivi. La scelta odierna era di fare show forte sulla palla contro gli handler monegaschi (in particolare James) con l’intento di forzare uno scarico in emergenza. Il risultato è che sul ribaltamento di lato la difesa ha sempre reagito male permettendo facili penetrazioni al ferro e riaperture semplici.

Zizic si o no ?

Il centro croato è croce e delizia di questa squadra. Se a livello offensivo il suo apporto è arrivato (10 pt), in difesa ha messo in netta difficoltà un sistema difensivo che non brilla per efficacia. La sua scarsa mobilità di piedi lo ha reso un bersaglio facile per i pick and roll avversari. Se davanti qualcosa può sempre dare, dietro spesso presenta un conto salato. Quale faccia della medaglia scegliere ?

Attacco Maccabi

La prestazione monster di Wilbekin ha un po nascosto le difficoltà offensive del Maccabi. L’assenza di Nunnally e le difficoltà di Williams privano gli israeliani di un secondo scorer affidabile, facendo ricadere sull’ex Florida tutte le incombenze offensive. Oggi 35′ di utilizzo con una difesa che lo ha braccato come pericolo numero uno. Insostenibile a lungo andare, soprattutto per averlo lucido nel finale.

Williams e il lato debole

Il principale problema dell’attacco del Maccabi è nel non attaccare mai con le sponde del pick and roll. Mancano i giocatori che possono equilibrare l’attacco dopo il pick, nessuno attacca dopo il ribaltamento. Williams, che avrebbe tutto per fare questo lavoro (non tanto di equilibratore ma di giocatore di 1 vs 1 che attacca il ribaltamento), troppo spesso rinunciatario. Situazioni che portano a cattive spaziature e cattiva esecuzione.

Monaco e distribuzione

La chiave della vittoria dei monegaschi oggi passa dalla maggiore distribuzione dei punti nel roster. James 12 pt, Westermann 10 pt, Bacon 11 pt e Diallo e Montejunas 16 pt. L’attacco monegasco ha fatto scelte migliori in attacco rispetto agli avversari. Concetto semplice ma sempre efficacie, anche per un attacco non eccelso come quello dei padroni di casa.

La strana coppia di play del Monaco oggi ha funzionato molto bene nel fare sempre le scelte giuste in attacco. Contro una difesa che gli ha sempre raddoppiati o posti davanti a show aggressivi, hanno spesso pescato il ribaltamento che ha fatto saltare la difesa. Aggiungendo anche la capacità di colpire al tiro nei momenti in cui la difesa ha accettato l’1 vs 1.

Diallo e Montejunas

Se i due play monegaschi hanno letto benissimo le situazioni offensive, altrettanto hanno fatto Diallo e Montejunas. Il primo ad attaccare sul ribaltamento battendo dal palleggio l’accoppiamento difensivo favorevole, il secondo dando sempre una linea di passaggio nei pressi del canestro. Ottimi nel giocare nelle pieghe della difesa.

Difesa a specchio/risultato diverso

Come il Maccabi, anche il Monaco ha optato per eseguire show forti sulla palla contro gli esterni del avversari, In particolare contro Wilbekin. Difesa che ha giocato contro le difficoltà degli esterni in giallo di attaccare dopo lo scarico della loro PG titolare. Wilbekin ne ha comunque messi 31 di puro talento, nel complesso vittoria difensiva dei padroni di casa. Il migliore realizzatore del Maccabi, tolto il già citato Scottie, è stato Zizic con 10 pt. Il resto degli scorer israeliani con percentuali glaciali dal campo.