Pozzecco: “I miei sono stati clamorosamente bravi”

0
pozzecco

Era fondamentale strappare il fattore campo per Sassari in gara 2 ed è giustamente raggiante coach Gianmarco Pozzecco al termine della grande vittoria dei suoi di questa sera:

Foto tratta dal profilo Facebook della Dinamo Sassari 

Abbiamo vinto ma – per quanto poco possa capire di basket – cambia davvero poco. Una delle mie grandi fortune nel corso della mia carriera è stata quella di poter giocare sotto gli insegnamenti di Charlie Recalcati potendo usufruire della sua intelligenza e umanità: le poche conoscenze che oggi mi ritrovo ad avere sono solo merito suo. Sono stato con lui 15 minuti prima della partita e questa sera credo di potermi elogiare per la prima volta quest’anno dicendo che sono contento di assomigliare almeno un po’ a lui. Ringrazio i miei giocatori naturalmente. 23 partite vinte su 24 sono davvero un record. Venezia è una squadra fortissima, probabilmente ci batterà 4-1, ma sono davvero orgoglioso dei miei ragazzi. Questa sera abbiamo vinto perchè siamo stati molto più pazienti di gara 1, molto meno frenetici. In gara 1 era come se volessimo necessariamente dimostrare che avremmo vinto anche in finale. Avevamo questa grande voglia di chiudere il match. Oggi siamo stati più calmi e cinici.

Segnare 80 punti su un campo cosi caldo non è mai semplice. Negli ultimi 5 minuti nessuno dei giocatori ce la faceva più a causa delle temperature torride. Ad un certo punto Venezia giocava con 5 piccoli e ho deciso di tenere in campo Thomas. E’ stato bravo su Daye questa sera. Siamo solo 1-1 ora e torniamo in Sardegna. E’ una finale molto bella, altamente spettacolare, di grande intensità. Un’altra cosa che mi ha fatto molto piacere è che tutte le componenti in campo sono state all’altezza, tutti sono stati clamorosamente bravi. Ci sono tante cose che un allenatore deve prendere in considerazione: i giocatori bisogna cavalcarli un po’ e Mc Gee sta giocando alla grande anche perchè forse vuole dimostrare qualcosa in più contro Venezia. Ci tiene molto a questa partita. Complimenti a Venezia per la partita. Non firmavo per l’1-1 alla vigilia, non perchè sono presuntuoso ma perchè sono sempre stato abituato a non fare calcoli“.

Serata no per la Reyer Venezia. Guarda già a gara 3 coach Walter De Raffaele:

Foto tratta dal profilo Facebook della Umana Reyer Venezia

“Credo che la differenza più importante questa sera sia stata l’energia che ha messo in campo Sassari. Hanno impattato bene tutti gli uno contro uno e nei rimbalzi offensivi andavano con grande energia. Hanno vinto con pieno merito. Noi abbiamo provato a ricucire nel terzo quarto tornando a – 7 cercando di mischiare le carte in difesa ma Sassari è una grande squadra. E’ vero che la % da 3 è stata molto bassa ma anche a livello difensivo non abbiamo giocato bene: abbiamo concesso troppo dando molta fiducia a Sassari. L’uscita di Watt ci ha messo in difficoltà. Ora siamo 1-1, tuttavia la serie è lunga. Ci spostiamo a Sassari con l’obiettivo di portarne a casa 1. Il fattore campo non è cosi fondamentale in questa serie secondo me. Le scarse percentuali da 3 derivano un po’ da una serata che possiamo considerare storta.

Ci è mancato un finalizzatore come Watt ed è normale che la difesa conceda un po’ di più. Solitamente siamo più equilibrati. Abbiamo avuto una chance quando siamo andati a – 7  e Bramos ha sbagliato quello che per lui è un rigore a porta vuota. Forse poteva cambiare qualcosa. La differenza questa sera l’ha fatta Smith che ha fatto 19 punti mentre Cooley ha fatto gli stessi punti di gara 1. Non mi spiego il calo di energia da parte di tutti ma é chiaro che le 12 partite in 23 giorni pesano. Il problema – tuttavia – è stato non aver trovato alcuni canestri per poterli riagganciare. Abbiamo subito con la zona dei canestri elementari. E’ mancata un pò di attenzione su cose semplici. Ora dobbiamo andare a Sassari a fare la miglior partita possibile. Giuri è stato bravo questa sera, ci ha dato minuti di qualità con alcune letture un pò più serene e meno affrettate”.

E’ deluso per la sconfitta di questa sera Austin Daye (20 punti e 8 rimbalzi), ma è fiducioso per il prosieguo della serie:

Foto tratta dal profilo Facebook della Umana Reyer Venezia

” Siamo molto delusi questa sera. Non c’è molto altro da dire. Sassari ha giocato meglio di noi. Ora dobbiamo andare lì con più intensità ed energia. Abbiamo giocato tanto è vero e c’è un po’ di stanchezza ma non può essere una scusa: dobbiamo recuperare e dare il massimo per vincere questa serie di finale. Possiamo vincere le prossime 2 gare, io ci credo, dobbiamo crederci. Dobbiamo fare il contrario di quello che abbiamo fatto stasera, non possiamo farci battere cosi a rimbalzo. Lo scarto tra i rimbalzi è stato troppo evidente per avere una partita equilibrata. Ho provato a trascinare la squadra ma non importa perchè alla fine abbiamo perso. Non interessa la prestazione dei singoli, conta solo il gruppo”.