Preolimpico 2020 | Italia, a fine novembre le avversarie verso Tokyo

0

L’Italia tornerà in campo solamente a febbraio, per l’avvio delle qualificazioni ad Eurobasket 2021 (a cui gli azzurri sono comunque già qualificati), ma a novembre si tornerà a parlare di Nazionale. Non sono state ancora ufficializzate le date, ma nella settimana tra il 25 novembre e l’1 dicembre è atteso il sorteggio dei gironi del preolimpico, tramite cui si qualificheranno le ultime quattro squadre a Tokyo 2020.

Preolimpico 2020 | Sorteggio e sedi

Entro la prima parte di ottobre le federazioni dovranno manifestare la manifestazione di interesse per ospitare un torneo del preolimpico, il cui costo è di 2,3 milioni di franchi svizzeri (circa 2,1 milioni di euro). Non ci sono ancora ufficialità, ma si parla di Lituania, Slovenia e Russia tra le candidate. Poi ci saranno sicuramente anche nazioni di altri continenti, tra le ipotesi più accreditate ci sono Canada e Brasile.

Il prossimo 15 novembre (questa è l’unica data ufficiale) ci sarà il comitato esecutivo della Fiba e, in quell’occasione, verranno decise ed annunciate le quattro sedi, che potrebbero essere solamente in due continenti (Europa e America). Poi, come dicevamo, a fine novembre è atteso il sorteggio, in cui tutte le squadre, tra cui ovviamente l’Italia, conosceranno quali avversarie dovranno battere per andare a Tokyo 2020.

Preolimpico 2020 | Le date e la formula

Il preolimpico 2020 si disputerà dal 23 al 28 giugno e determinerà le ultime quattro qualificate a Tokyo 2020. Le 24 squadre saranno divise in quattro tornei da sei squadre e, in ogni torneo, ci saranno due gironi da tre squadre, in cui le prime due di ogni raggruppamento si qualificheranno per le semifinali. Solo le vincenti della finale andranno alle Olimpiadi.

Preolimpico 2020 | Le 24 squadre qualificate

Sono già definite, invece, le 24 squadre qualificate al preolimpico 2020. Sedici sono arrivate dal Mondiale 2019: Lituania, Italia, Grecia, Russia, Brasile, Venezuela, Porto Rico, Rep. Dominicana, Germania, Nuova Zelanda, Tunisia, Canada, Turchia, Serbia, Polonia e Rep. Ceca.

Tramite il ranking Fiba, invece, si sono aggiunte Angola, Senegal, Messico, Uruguay, Croazia, Slovenia, Cina e Corea del Sud. Un cammino tortuoso, dunque, per gli azzurri.

Lo sport ed il basket sono da sempre la mia passione, diventati poi il mio lavoro, da ormai il lontano 1998 (eh già, sono quasi tra gli 'anziani'). E Backdoor Podcast lo ritengo un mix tra passione e qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui