Real-Fenerbahçe: rissa Campazzo-Calathes e il post gara di Jasi

961
Real-Fenerbahçe

La sfida tra Real Madrid e Fenerbahçe, valevole per il ventottesimo turno di EuroLeague, non solo ha dato spettacolo per il gioco, ma ha messo in mostra un atteggiamento da playoff.

Dopo il successo ottenuto nel match di andata, i turchi di coach Jasikevicius sono riusciti nell’impresa di espugnare Madrid, infliggendo il terzo stop consecutivo alla compagine iberica, non senza qualche polemica tra campo e fuori.

Real-Fenerbahçe: la rissa Campazzo-Calathes

Nel corso del terzo periodo, sul 56-67 Fenerbahçe, c’è stato un principio di rissa a centro campo tra Facundo Campazzo Nick Calathes, coi due che sono venuti alle mani.

Tutto ha avuto inizio in un’azione in cui Calathes termina a terra dopo un contatto con Campazzo, il tutto a palla lontana. L’argentino del Real sembra rimproverare l’avversario, scena da cui si scatena il parapiglia.

Calathes affronta Campazzo, e allora interviene anche Mario Hezonja che manda a terra il compagno di squadra. Gli arbitri, dopo revisione, sanzionano il tutto con un doppio antisportivo.

Tutto risolto lì, visto che a fine gara i due si sono abbracciati riportando l’episodio al semplice eccesso di adrenalina della gara, come dovrebbe sempre essere.

Real-Fenerbahçe: le parole di Jasikevicius

Nella conferenza stampa post partita, coach Jasikevicius non le ha mandate a dire alla sua ex squadra, il Barcellona.

“Non è la prima volta che lascio il Barcellona in questo modo. La delusione è enorme, senza dubbio per il cattivo trattamento che sta subendo la mia famiglia in questi giorni. Un giorno parlerò, non voglio fare altri danni”.

E ancora: “Tutti mi chiedono del Barcellona, ma dobbiamo lasciarcelo alle spalle. D’altronde ci siamo lasciati in un modo piuttosto brutto. Oggi ho fatto un’intervista in cui ho detto che in EuroLeague, alla fine, si tratta di una vittoria e due giorni di buona stampa, o di una sconfitta con due giorni di cattiva stampa. La maratona continua”.

Il Barcellona, ricordiamolo, farà visita al Fenerbahçe il prossimo 20 marzo in una gara dai contenuti tecnici (e non solo) molto elevati.