Reyer Venezia – Olimpia Milano, rivincita lagunare: le pagelle

1473
Reyer Venezia, Rayjon Tucker, Amedeo Tessitori
Credits Ipa Agency

Importante vittoria della Reyer Venezia ai danni dell’Olimpia Milano 78-72 nella corsa alle posizioni nobili della regular season. Gli uomini di Spahija, dopo un primo tempo in equilibrio, spaccano la partita con un terzo quarto da 23-9, toccando anche il +16 e nel finale resistono al tentativo di rimonta degli ospiti. Milano, ancora una volta, si scioglie all’uscita dagli spogliatoi e abbandona la partita anzitempo dopo un primo tempo chiuso a -2.

Reyer Venezia

Spissu M. 7: il play veneziano chiude con 13 punti e 14 di valutazione. Il suo gioco off the ball mette in difficoltà Milano e punisce spesso l’accoppiamento con Napier.

Heidegger M. 5: l’unica nota realmente negativa della partita veneziana. Fatica a gestire l’attacco ed è un costante anello debole difensivo. Chiude con 6 pt e 3 di valutazione.

Casarin D. 6,5: meriterebbe mezzo punto in più ma nel finale fa un paio di errori che rimettono in corsa Milano. Determinante in difesa su Shields, ottimo nel gioco off the ball. Utilissimo.

De Nicolao A. sv

O’Connell A. sv

Janelidze G. sv

Kabengele M. 6,5: partita solidissima. La sua presenza toglie molte conclusioni al ferro a Milano, perde qualche pallone di troppo ma come al solito il suo impatto fisico sulla partita è notevole.

Brooks J. 7: parte in sordina ma cresce con l’andare della partita, mettendo anche la stoppata che chiude definitivamente i giochi. 10 punti e 14 di valutazione. Solito tutto fare. Partita da ex.

Simms A. sv

Wiltjer K. 6: mette due triple sul finale di primo quarto ma fisicamente non è la sua partita come testimoniano i soli 13′. Non demerita nei minuti in campo.

Tucker R. 7,5: il migliore di Venezia. 14 punti e 20 di valutazione. Vince i duelli diretti sia con Shields che con Hall e diventa imprendibile per la difesa biancorossa.

Tessitori A. 7: partita di grande sostanza contro una frontline di assoluto livello. Chiude con 10 punti e 13 di valutazione. Perfettamente complementare con il compagno di reparto Kabengele.

 

Olimpia Milano

Bortolani G. sv

Miccoli S. sv

Tonut S. 6,5: una delle poche note positive di Milano. Il suo impatto sulla partita c’è da subito su i due lati del campo. Anche lui travolto nel terzo quarto ma uno dei pochi a non mollare la partita. 9 punti e 10 di valutazione.

Melli N. 4: non è la sua partita. Fa subito due falli in avvio e poi subito il terzo in avvio di terzo quarto. Messina decide di togliere e dargli un giro di riposo.

Napier S. 6,5: uno dei pochi a vedere il canestro ma anche tre palle perse sanguinose in momenti importanti della partita. Ne mette 18 ma nel secondo tempo è totalmente impalpabile come il resto della squadra.

Flaccadori D. 6: Messina gli concede solo 13′ ma è uno dei pochi ad avere gambe e testa per attaccare la difesa direttamente dalla transizione. Chiude con 8 punti.

Hall D. 4: totalmente impalpabile nel corso della partita. Perde lo scontro fisico con gli esterni lagunari a cominciare da Tucker.

Caruso G 6,5: ottimo impatto difensivo nel secondo quarto quando viene chiamato in causa per i problemi di falli dei compagni. Meriterebbe più spazio e in attacco fatica a concludere nei pressi del ferro, difensivamente ottime cose.

Shields S. 5,5: per tutta la partita non riesce a incidere con brutte percentuali al tiro. Nel finale si sveglia con due canestri dei suoi che danno un minimo di speranza ma è troppo tardi.

Mirotic 7: unico a provarci realmente fino alla fine, mette 16 punti in 26 minuti. Nel finale le speranze di Milano si fermano sulla sua stoppata subita. Solo sull’isola.

Hines K. 4: perde completamente il duello con Kabengele e non entra mai in partito. Sconsolato.

Voigtmann J. 4,5: anche lui viene spazzato via dalla front line della Reyer. In difesa non è serata, in attacco non incide. Sconsolato e sconsolante.