Riccardo Fois: “Gallinari in forma, può fare la differenza”

200
Fois
Fonte Foto: FIBA Basketball

L’Italbasket è alle porte di quella che sarà una settimana fondamentale per il suo prossimo futuro. Gli Azzurri infatti dal 2 al 7 luglio vivranno il torneo PreOlimpico, partecipando a una serie di partite decisive in Porto Rico per accedere alle Olimpiadi di Parigi di quest’estate. Le due amichevoli giocate fino ad ora, specialmente quella con la Spagna, hanno inviato segnali molto positivi per la squadra di Pozzecco, ma nulla è ancora compiuto. La vera pasta di questa squadra si vedrà solo tra qualche giorno. Uno dei capostipiti su cui gli Azzurri fanno affidamento per i prossimi match è Danilo Gallinari, tornato a vestire la maglia dell’Italia dopo due anni.

Gallinari sembra aver recuperato appieno dall’infortunio che lo aveva fermato tempo fa, e già in queste prime uscite ha dimostrato la sua importanza all’interno del roster di Pozzecco. Il talento offensivo del Gallo è infatti indiscutibile, e la sua sola presenza in campo garantisce punti sicuri. Sulla sua condizione si è espresso Riccardo Fois, in un’intervista su Tuttosport, parlando di come la chiave della lucidità di Gallinari in questo momento sia proprio l’ottima forma fisica.

Il Gallo ha lavorato come un matto per arrivare a quest’appuntamento in forma dopo tutto quello che ha avuto nelle ultime stagioni travagliate.

L’attuale assistente della Nazionale, e prossimo assistente dei Sacramento Kings, ha confermato l’importanza di Gallinari per la Nazionale. Non solo dal punto di vista tecnico, ma anche mentale. Lo status del Gallo infatti garantisce più sicurezza e tranquillità anche ai suoi compagni, certi di avere al proprio fianco una minaccia pericolosissima per gli avversari.

Porta con sé uno status che può fare la differenza in queste partite, perché dà tranquillità ai compagni e a tutta la squadra.

Cosa si aspettano gli Azzurri dall’esperienza del PreOlimpico? Il fuoco negli occhi per provare a passare il turno c’è, ma riuscirci effettivamente sarà questione diversa e più complicata. È tempo di combattere, Italbasket: Fois ne è consapevole.

Dobbiamo prepararci a quelle che saranno due battaglie nel girone e poi speriamo altre due nella semifinale e nella finale contro squadre super fisiche, che hanno esperienza.