Riccardo Fois: le tre parole per descrivere Chris Paul e Devin Booker

125
Fois
Grafica di H3ml0ck

La conference call organizzata da NBA Italia questa sera ha avuto come ospite Riccardo Fois, player development coach dei Phoenix Suns e anche Backdoor ha potuto partecipare ponendo qualche domanda all’interno del gruppo di giornalisti.
Queste le interessanti risposte di Rick.

Quanto e come ha influito la presenza di Chris Paul su Devin Booker?

Chris ha dato una grande impronta a Devin in questa stagione. Avevano già passato tanto tempo insieme nello scorso All Star Game e Devin era tornato con maggiori convinzioni dopo la pausa. L’arrivo di Paul è una specie di passaggio di testimone per Booker che da lui assorbe tutto quello che fa dentro e fuori dal campo, ciò che Chris fa per i compagni ma soprattutto la leadership. Perché per gli All Star, molto spesso, la parte più difficile da imparare per fare il salto è proprio quella.

Quanto la bolla vi ha dato consapevolezza e quanto l’arrivo di Paul ha cambiato il vostro processo di crescita?

La bolla è stata una cosa a sè. Dieci giorni sono un campione ridotto, ma ci ha detto che eravamo sulla strada giusta per fare una crescita importante.
L’arrivo di Chris ha imposto un cambio di mentalità nel “vincere ora”, provare a essere una squadra che vuole giocarsela ovunque e farlo nel breve termine, anche se questo può nascondere insidie e magari delusioni.

Tre parole per descrivere Chris Paul.

Confident, leader, killer.

Tre parole per descrivere Devin Booker.

Inarrestabile, generoso, serio.