Sasha Vezenkov: futuro lontano da Sacramento e in Europa…

234
Vezenkov

Ogni tanto è difficile capire perchè le squadre NBA corrano a prendere i migliori giocatori d’Eurolega senza un vero e proprio costrutto. E finché si va a prendere dei minimi salariali, il discorso è anche comprensibile, ma quando si vanno a pagare cifre importanti signori giocatori è arduo capire perchè poi dopo un anno ci si rinunci.

Ogni riferimento a Sasha Vezenkov e i Sacramento Kings è puramente voluto. Sappiamo tutti bene che la dirigenza dei Kings non è esattamente illuminata nella gestione del mercato e nella selezione dei talenti, però risulta difficile capire come siano venuti a prendere Sasha Vezenkov, MVP di Euroleague, per poi a un anno di distanza comunicargli che non rientra nei progetti, con il giocatore a chiedere la trade. Le qualità di Vezenkov sono chiare dal primo momento che lo vedi giocare. Una mente cestistica di alto livello, un giocatore di sistema che si muove con e senza palla in modo celestiale, ma che in quanto tale non ha senso inserire in un sistema che non ne valorizzi le qualità.

E allora i 20 milioni in tre anni di contratto sono assolutamente la scelta giusta da fare per il giocatore che ha colto un’occasione sacrosanta, ma chi glieli ha dati non sapeva che giocatore fosse e che sistema di gioco avesse? Ora sembrerebbe possibile anche un ritorno di Vezenkov al di qua dell’oceano, il che ovviamente stimola le fantasie di molti, anche se, per quello che abbiamo potuto apprendere dalle nostre fonti, in caso di ritorno in Europa ci sarebbe al momento uno e un solo scenario possibile: un ritorno all’Olympiacos.
Di certo gli estimatori non mancherebbero, ma lo scenario sembra essere di solo colore biancorosso. Vedremo come evolverà una situazione che, probabilmente, lo vedrà cercare comunque un’altra chance NBA.