Scouting: cosa porta Johannes Voigtmann all’Olimpia Milano?

1051

Attacco

Voigtmann è il “proverbiale” stretch four per eccellenza, ovvero un giocatore di rara precisione dall’arco che con centimetri e kg che ha a disposizione può essere una soluzione molto interessante da sfruttare. Dai suoi playtype possiamo facilmente capire come non sia un giocatore a cui piace gravitare intorno al canestro. La sua situazione offensiva preferito è il pick and pop, perché è in grado di aprirsi e far partire la palla da un’altezza e con una precisione tale che non è possibile non onorare a dovere quel movimento.

È un giocatore che, ovviamente, va innescato ed è un terminale più che un costruttore o creatore di situazioni. Perlomeno direttamente, perché se pensiamo a una conformazione con Voigtmann ad aprire il campo e Davies a presidiare il post basso senza possibilità di aiuti, è uno scenario che a Messina tutto sommato non dispiacerà. Anche dal punto di vista catch and shoot siamo al top, sia come quantità di conclusioni in rapporto alle totali, sia come capacità di convertirle, perché parliamo di 1.37 punti per possesso.

Sono poche invece le soluzioni che lo vedono giocarsi conclusioni dal post basso, infatti è lecito pensare che verrà sfruttato solo sui mismatch, anche se nelle situazioni di giochi a due è molto recalcitrante a rollare verso il canestro, infatti sono solo il 5.3% le situazioni in cui sfrutta il movimento per tagliare a canestro.

Come vediamo dalla mappa di tiro, parliamo sempre di pop dal prolungamento del libero in su. Non è da sottovalutare la sua capacità di correre e farsi trovare pronto anche in situazioni di transizione o mezza transizione.