Scouting: Demonte Harper, cosa porta alla Bertram Derthona

282
Demonte Harper

Demonte Harper è un giocatore che ha sempre fatto dei campionati di alto livello. Muove i primi passi alla Nashville Whites Creek High School prima di trasferirsi, nel 2007, alla Morehead State Eagles University, dove completa il quadriennio collegiale arrivando ad una media di 15 punti nell’ultimo anno. In Europa inizia nel 2011/12 al Cibona Zagabria, con cui disputa sia la ABA Liga sia l’EuroCup.

Torna negli USA e gioca una stagione in D-League con una media di 9 punti a partita. Ritorna in Europa nel 2013/14, firmando per il Tsmoki-Minsk in Bielorussia e vince sia il campionato che la Coppa nazionale. Arriva poi a Brindisi, dove da sesto uomo raggiunge i quarti di finale sia in Serie A sia in Eurochallenge. Un passaggio in Polonia e un anno in Estonia per passare anche grazie ai 17 punti di media nelle due stagioni allo Zenit San Pietroburgo con cui gioca anche nel 2017/18 sia in VTB che in EuroCup.

Demonte Harper comincia la stagione successiva in Turchia, al Tofas Bursa, prima di trasferirsi ad Avellino, per la sua seconda esperienza italiana, a gennaio 2019. Dal 2019 al 2021 Harper è all’Herbalife Gran Canaria, con quasi 13 punti a gara, arriva ai playoff ACB e alle semifinali di EuroCup nel 2020/21. Nel 2021/22 si trasferisce in Francia, al CSP Limoges: e qui grazie ai suoi 15.7 punti di media raggiunge i playoff.

Ma veniamo in concreto a quello che porterà a Derthona. Innanzitutto il pregio di conoscere già il campionato italiano ed essere stato allenato da coach molto qualitativi che lo hanno voluto, inoltre è il classico giocatore in grado di integrarsi perfettamente coi compagni, facendo ciò che serve e in questo roster ci sono diverse cose utili da fare, perchè punti nelle mani ce ne sono (e anche tanti). Piccola curiosità sulla sua carriera, è molto legato all’Europa, tanto che nell’anno in cui non ha giocato è rimasto in Europa, precisamente a Cascais, per mettere nelle migliori condizioni di vita la moglie. Possiamo dire una persona da “family first”.