Scouting, Euroleague: l’affermazione di Polonara al Baskonia

163

Risulta anche essere il più impiegato del roster, oltre che il miglior realizzatore, miglior rimbalzista, sia offensivo che difensivo, miglior stoppatore e anche giocatore che commette più falli. Tutto ciò è dovuto al tanto tempo trascorso sul parquet e alla sua capacità di sporcare il boxscore in tutte le sue componenti. Un grande impatto sui tabellini non è però sinonimo di un’eccessiva gestione dei possessi di squadra: infatti, tra i giocatori con più di 10 minuti di media nelle rotazioni del Baskonia in Euroleague, Polonara è, dopo Sedekerskis, colui che ha lo usage più basso, parliamo del 17%. Ovviamente, si tratta di un qualcosa di normalissimo per un giocatore dalle sue caratteristiche, che ama incidere pur avendo molto poco il pallone tra le mani. La perfetta testimonianza di quanto esposto fino a questo momento, possiamo trovarla nella sfida del Baskonia al Maccabi Tel Aviv, la gara di andata del 10 dicembre 2020. Nonostante la sconfitta, quel giorno Polonara fece registrare una clamorosa prova a tutto tondo: 15 punti, 8 rimbalzi, 6 assist e 5 stoppate. Non è un reato definirla una delle prestazioni più versatili di sempre in ambito europeo, poiché Achille è diventato il primo di sempre in Eurolega a far registrare una statline da almeno 15-5-5-5. Una partita che dovreste recuperare in integrale, della quale vi proponiamo solo un dettaglio del bagaglio dell’ex Sassari (da career high in quella serata), ovvero le stoppate.

Le stoppate sono diventate una parte rilevante della difesa di Polonara e non vanno intese come un qualcosa che si estranea dalla fase difensiva generale (in questo caso specifico, sia chiaro). Sì perché, il nativo di Ancona non è evidentemente uno di quei centroni infiniti che fanno da spauracchio nei pressi del ferro (aka Tavares o i due Fall), ma, come potete vedere nella clip, arriva al gesto atletico della stoppata in diversi modi. 1,07 stoppate a partita – per essere precisi – in questa Eurolega, che gli valgono una BLK% del 4,5%, un dato da annoverare tra i migliori 15 della lega, sempre tenendo conto di chi ha un impiego medio superiore ai 10 minuti per match. Come dicevamo, talvolta le sue stoppate assolvono il “puro” compito di rim protection, altre volte sono quasi dei recuperi sotto forma di chase-down, altre ancora sono delle deflections camuffate da blocks nei tabellini, altre invece sono stoppate di posizione, frutto di buoni scivolamenti difensivi.