Scouting, Euroleague: l’affermazione di Polonara al Baskonia

163

Tra l’altro, sempre trattando di nobili gesti atletici, ma riferiti alla metà campo offensiva, in Spagna, e magari anche in tutta Europa, avranno avuto modo di comprendere il senso del soprannome Polonair affibbiatogli dalle nostre parti. Il motivo sono chiaramente questi voli pindarici ad alta quota sopra il ferro, che il classe ’91 ama fare per ribadire con forza il pallone dentro il cerchio arancione. Durante l’Eurolega 2020/21 ci ha più volte regalato questo tipo di giocata da highlights, eccone un esempio nella sfida tutta spagnola al Barça.

Tra l’altro, quella del tap-in al volo è un’abitudine che ha da tempo anche in campionato, lo ha fatto vedere pure nella pazzesca run vincente del Baskonia a giugno in ACB.

E se pensate che due indizi non facciano una prova, eccone una terza, contro l’altra spagnola europea extra-lusso, il Real Madrid…

Insomma, questa serie di clip non serviva solo a farvi prendere i pop corn, ma a sottolineare una vera e propria attitudine di Polonara, che è nettamente confermata dai numeri. Per l’appunto, osservando i suoi playtypes nell’Eurolega di quest’anno (forniti da InStat), si può notare come la sezione putbacks sia la seconda circostanza di gioco da lui più inflazionata, superata solo dai catch and shoots (che nello specifico sta mandando dentro con il 46,3% in questa Euroleague, ovvero 1,37 PPP). Difatti, il 14,8% delle sue conclusioni arrivano da questo tipo di azioni che finiscono con un tap-in, questo è possibile solamente grazie alle sue doti a rimbalzo offensivo e al suo ottimo senso della posizione. 0,87 punti per possesso prodotti da questa situazione, il che conferma quella che sta diventando un marchio di fabbrica della crescita e dell’affermazione dell’italianissimo Achille Polonara.