Scouting: Galatasary e Darussafaka, le avversarie delle italiane in BCL

144
Darussafaka
Galatasaray-Darussafaka

Siamo giunti all’ultimo estratto del nostro intenso percorso di approfondimento sullo scouting europeo. Dal summer finale del nostro podcast, vi riproponiamo la bonus track di Lorenzo Neri, riguardo a due ambiziose avversarie delle italiane in Basketball Champions League. Si tratta di due squadre turche, Galatasaray e Darussafaka, rispettivamente nei gironi della Dinamo Sassari e dell’Happy Casa Brindisi.

Il Gala è una società che è sempre stata molto attenta allo scouting, non a caso molti protagonisti dei nostri scouting di Eurolega provenivano da lì. Quest’anno ci sono due elementi di grandissimo interesse, e ce ne sarebbero stati tre, se Zach Hankins, che aveva fatto benissimo al Nymburk e in Israele, non avesse rescisso a causa di problemi fisici rilevanti. Restano comunque due prospetti molto interessanti.

Il primo è Daryl Macon, che si è distinto in G-League e ha da tempo avuto molti occhi europei addosso, un nome dal potenziale intrigante, che se riuscisse a trovare la quadra a queste latitudini, potrebbe davvero raggiungere l’Eurolega. Sa combinare playmaking e scoring, un metro e novantuno, un playmaker alto, molto appetibile da questo punto di vista. Sarà importante vederlo gestito da coach Erdogan, che si è dimostrato ottimi in questo tipo di situazioni.

Accanto a lui c’è un altro soggetto da tenere d’occhio, che avrebbe meritato l’Euroleague già da quest’anno, ovvero Alex Hamilton. Un talento che, per quanto fatto vedere in Eurocup con il Rishon, avrebbe dovuto avere più attenzioni e quest’anno al Galatasaray potrà confermare quanto fatto vedere la scorsa annata. L’Eurolega ha un occhio di riguardo per i giocatori provenienti dai turchi giallorossi, dunque è facile immaginare che questo possa essere il suo unico anno con questi colori.

Per quanto riguarda il Darussafaka, che negli ultimi anni ha avuto qualche problema economico, che gli ha comunque permesso di costruire un ottimo roster. Una rosa con giocatori visti poco nei grandi palcoscenici europei, a parte Grant Jerrett, visto in Eurocup da avversario della Virtus. Gli altri sono tutti provenienti da campionati o squadre minori.

C’è John Gillon, che sarà titolare, proveniente dalla Lituania, o Andrew Andrews, dal nome scioglilingua, che arriva dal Buyukcekmece, team che non ha fatto bene in Turchia, ma dove lui ha spiccato come tiratore. Dall’Israele è arrivato anche Jarmar Gulley, con una storia particolare: ha passato quattro anni in Lussemburgo prima di approdare in seconda lega israeliana, e poi al Galil Gilboa. Arriva ad alti livelli a 29 anni, dopo aver messo su grandi statistiche, da giocatore totale quale è (20 punti, 6 rimbalzi, 4-5 assist a partita). L’altro è Ryan Luther, che è stato nei radar di Varese, accasatosi al Darussafaka dopo aver fatto bene al Ventspils, una delle squadre più belle da vedere in BCL. Per i curiosi di scouting, il Daru è sicuramente una squadra di culto, per le scommesse ben eseguite che ha fatto.

Potete ascoltare la puntata completa qui:
Ascolta “Scouting: il “summer finale” di Lorenzo Neri tra Italia ed Europa” su Spreaker.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

*

code