Sfairopoulos svela i propri segreti: “Lavoro, creatività e pazienza”

60
Sfairopoulos
Foto di Savino Paolella

Ormai da qualche anno, l’Eurolega sta cercando di mettere sempre più a contatto il pubblico con gli addetti ai lavori del livello più alto possibile di pallacanestro europea. L’obiettivo è quello di aumentare la fidelizzazione, cercando allo stesso tempo di fornire ai tifosi delle chiavi di lettura che altrimenti sarebbe impossibile reperire. All’interno di questo progetto di colloca EuroLeague Masterminds, il programma in cui cinque tra i più grandi coach europei parlano della loro filosofia di gioco. Ospite del secondo episodio è stato Ioannis Sfairopoulos.

Sfairopoulos per anni ha allenato in Grecia, vincendo ben due campionati con l’Olympiacos, prima di trasferirsi per 4 stagioni al Maccabi Tel Aviv. Ora in carica al Crvena Zvezda, Sfairopoulos ha spiegato come il metodo di approccio verso i giocatori debba cambiare di volta in volta, nonostante la sua filosofia rimanga invariata.

Quando ero all’Olympiacos, la maggior parte dei giocatori erano greci. Al Maccabi, c’erano più americani che giocatori locali. Quindi devi usare un approccio diverso. Come allenatori, dobbiamo guidare il gioco verso la nostra filosofia e i nostri principi.

Ormai da anni tra i migliori allenatori d’Europa, Sfairopoulos ogni giorno cerca di migliorare se stesso, trovando continuamente stimoli nuovi. Il segreto è questo, non sentirsi mai arrivati, per capire che ogni giorno c’è la possibilità di imparare qualcosa di diverso e di migliorarsi.

Voglio imparare e migliorarmi ogni giorno. Non mi interessa la mia età o da quanto tempo io alleni. Voglio migliorare ed essere un allenatore migliore.

Per farlo, tre sono gli elementi principali che secondo Sfairopoulos non devono mai mancare in un coach: il lavoro, la voglia di migliorarsi e la pazienza. I diktat da seguire sono molto chiari e il coach greco è convinto che, mettendo questi elementi insieme, le opportunità prima o poi arriveranno. Nonostante il mestiere di allenatore nasconda insidie dietro ogni angolo, e problematiche varie da affrontare quotidianamente.

Primo, lavora duro. Trova modi di migliorare i tuoi giocatori, gli allenamenti individuali e di squadra, le tattiche e le tecniche. Devi lavorare duro.

Secondo, migliorati. Devi essere sempre creativo come coach e devi trovare modi per migliorarti.

Terzo, sii paziente. Se lavori duro e ti migliori, facendo un buon laovor, prima o poi troverai opportunità per arrivare al livello successivo. Sii paziente e tutto arriverà, se hai messo in pratica gli altri due elementi.