Sotto l’albero di Natale del basket vorrei trovare…

237

Al posto che fare i classici auguri a tutti i nostri utenti, che sono la linfa per cui produciamo i nostri contenuti e che ringraziamo ogni giorno, stilo una lista di quello che vorrei trovare sotto l’albero di Natale a spicchi perché il futuro del nostro basket e la comunità che la segue possa crescere qualitativamente e quantitativamente.
Questo è quello che vorrei ricevere:

 

  • Dei tifosi caldi e appassionati per la loro squadra, ma che sappiano dire: “L’avversario è stato più bravo di noi”
  • Degli appassionati che studino di più il gioco e ne discutano a fondo
  • Dei fan che sappiano andare oltre il “videino o le notizie acchiappa like” per rendere credibile chi tratta il basket e non lo usa
  • Avere mezz’ora in più al giorno per leggere, ascoltare, vedere chi parla di basket e meriterebbe di essere letto/ascoltato di più
  • Che il nostro basket non si nasconda dietro il “siamo questi” ma voglia cambiare per il bene comune
  • Che gli arbitri, come i giocatori, i giornalisti, gli allenatori, studino e lavorino per migliorare e adattarsi alle novità
  • Che chi abbia colpe nell’infangare il movimento degli spicchi paghi e non “rientri dalla finestra”
  • Che l’Eurolega non finisca mai
  • Che l’NBA resti sempre un grande spettacolo e metta in vetrina i migliori talenti del mondo
  • Che anche chi gioca a un campetto o nelle minors non perda mai l’amore di far palleggiare uno Spalding
  • Che in questo basket ci sia lo spazio per i giovani, le loro idee e il loro potenziale
  • Che il giornalismo sportivo torni ad essere tale e di qualità
  • Che Backdoor cresca sempre e ogni giorno, migliori rispetto al precedente (o almeno ci proviamo)

 

Babbo Natale, so che avere tutto è impossibile, ma scegli anche solo cinque o sei di queste richieste e se saprai realizzarle nel prossimo anno io sarò contento.

 

Tanti auguri di buon Natale dalla redazione di Backdoor Podcast.

1 commento

  1. TANTI AUGURI SIMONE ED A TUTTI I COLLABORATORI DI BACKDOOR, SPERIAMO DI FAR CRESCERE DAL “BASSO” LA PASSIONE PER QUESTO BELLISSIMO GIOCO CHE PORTI APPASSIONATI GIOCATORI, E MAGARI DEI NUOVI CAMPIONI. IL basket Italiano deve uscire dalle sue logiche degli ultimi anni, cambiare idee, nuovi progetti, magari nuovi palazzi, nuovi spazi cercare gente competente come Voi che sappia raccontare e far appassionare la gente.