Starting five: NBA tra record e goat, mercato europeo e Laso

101
Starting five

Quarta uscita per Starting five, il nuovo format di Backdoor che vi racconta le cinque notizie più importanti, interessanti e curiose della giornata di basket. In realtà sono 4+1, perchè una arriva direttamente dalla nostra chat premium, fonte diretta con gli addetti ai lavori a cui potete prendere parte attivamente.

Spurs: spettatori record

Non possiamo dire che la stagione degli Spurs stia esattamente esaltando le folle, ma il processo di rifondazione nella NBA impone questo, anche se ci pensa sempre Gregg Popovich con le sue uscite a tenere vivo l’ambiente. Di sicuro, però, la stagione dei neroargento rimarrà nella storia perché per la partita che giocheranno contro i Golden State Warriors sono stati venduti ben 63592 biglietti. E’ la cifra record assoluta per una partita NBA ed è particolare perché anche i Warriors non stanno necessariamente andando a gonfie vele, sintomo che non sempre e non solo i risultati servono a promuovere il prodotto.

Mercato di Reggio e ASVEL

Giornata di movimenti in Europa. L’ASVEL sarebbe a un passo dalla firma del veterano Dee Bost, attualmente in forza al Galatasaray. Il contratto dovrebbe essere fino alla fine della stagione 2023-24, come riportato per primo dall’Equipe.
Invece Reggio Emilia ha comunicato questa mattina l’ufficialità della firma di Jeremy Senglin, ex guardia del Nanterre e quest’anno in forza a Fuenlabrada. Il giocatore arriva con un accordo fino al termine della stagione per risollevare le sorti di una reggiana indubbiamente in difficoltà.

 

Torna Pablo Laso?

Pablo Laso è, a tratti inspiegabilmente, ancora a spasso in un anno sabbatico molto particolare. Non ha mai nascosto la volontà di tornare ad allenare e, secondo quanto riporta il sito Walla, Pini Gershon avrebbe esortato la federazione israeliana nel provare a contattare il coach spagnolo per offrirgli la panchina della nazionale.
Non ci sarebbe fretta imminente perché Israele non ha possibilità di qualificarsi per i mondiali, quindi ci potrà essere un po’ più di calma nella scelta dopo la dipartita di Goodes a seguito degli Europei.