Tortona batte Cremona con le triple di Baldasse e Severini, le pagelle

161
Luca Severini - Bertram Derthona Tortona Credits Ipa Agency

Al PalaEnergetica di Casale Monferrato arriva la tredicesima vittoria stagionale per il team di Walter De Raffaele. Tortona parte forte mostrando i muscoli a rimbalzo offensivo (10 in totale) ma Cremona (che perde coach Cavina per espulsione) è brava a reagire ad ogni tentativo di parziale grazie alle giocate di McCullough ed un break di Lacey. Al rientro dall’intervallo lungo la Bertram prende il largo con un parziale di 12-0 complice le giocate di Ross e la precisione da oltre l’arco del duo azzurro Severini-Baldasso (7/12 complessivo) raggiungendo il +11. Dopo aver perso il proprio allenatore, la Vanoli vede il GM Andrea Conti fare la stessa fine per proteste. Ancora una volta Baldasso e un positivo Obasohan pongono fine all’incontro. La partita termina 87-76.

Bertram Derthona Tortona

Zerini s.v

Ross 7.5: miglior marcatore dei suoi con 15 punti, è più preciso dall’arco (3/5) che in avvicinamento (2/8). Molto reattivo sulle linee di passaggio con 4 recuperi e concentrato nel non perdere neanche un pallone. Il suo +/- è di 17, sintomo che con lui in campo la squadra ha avuto un altro ritmo.

Dowe 6: non trovando fortuna in fase offensiva (2 punti dalla lunetta, 0/5 dal campo) si adegua al gioco di contorno. 6 rimbalzi catturati (3 in attacco) e 3 assist per i compagni.

Candi s.v

Tavernelli n.e

Strautins 6: 7 punti e 3 rimbalzi e la solita energia dell’ala lettone di nazionalità sportiva italiana. Da quando è arrivato De Raffaele è un giocatore diverso e lo ha mostrato ancora una volta.

Baldasso 7.5: segna 12 punti con anche delle conclusioni da ben oltre i 6.75m. Si vede fischiare un fallo tecnico ma tutto sommato disputa una prova positiva e risulta tra i migliori dei suoi.

Kamagate 7: buona presenza sotto i tabelloni con 4 rimbalzi conquistati e 2 stoppate rifilate. In attacco fa sentire la propria potenza con 4 schiacciate che fanno tremare i ferri del parquet amico. A questo s’aggiungono anche 3 assist distribuiti.

Severini 8: 14 punti realizzati completamente con la specialità della casa, il tiro da fuori (4/7). Bravo a farsi valere sotto le plance con 6 rimbalzi arpionati e bravo anche a coinvolgere i compagni con 4 assist.

Obasohan 7: nella gara d’andata era stato uno dei più positivi e replica una buona prova anche al ritorno. Segna tanto in avvicinamento, procurandosi anche 5 viaggi in lunetta, che dall’arco per 14 punti in totale.

Weems 7: leader silenzioso. Segna 12 punti con buone percentuali e risponde sempre presente quando chiamato in causa.

Thomas 5.5: scongelato dopo oltre due mesi, l’ex di giornata produce una prestazione da 3 punti ed altrettanti rimbalzi.

Vanoli Basket Cremona

Eboua 5.5: bene a rimbalzo (6 carambole conquistate), in attacco segna solo 1 punto dalla lunetta e si prende solo un tiro dall’arco (sbagliato).

Adrian 6.5: prova sufficiente per il lungo prodotto di West Virginia. 11 punti segnati (2/3 dall’arco) e 5 rimbalzi conquistati.

Davis 6.5: come nella sconfitta contro Treviso, l’ultimo arrivato è ancora una volta il miglior realizzatore dei suoi (13 punti). Bravo anche ad innescare i compagni con 5 assist; rivedibile dall’arco (1/4).

Pecchia 5.5: serata storta per il capitano dei lombardi che pasticcia un po’ perdendo diversi palloni (4). In attacco segna 6 punti (2/2;2/2), va bene a rimbalzo (5) e cerca di aiutare in cabina di regia con 4 assist.

Denegri 6: la vicinanza a casa fa tremare l’esterno ex Ravenna. Non riesce a ripetere la prova di sette giorni fa, tuttavia è uno dei cinque giocatori in doppia cifra (10 punti segnati).

Lacey 5.5: come per il compagno menzionato sopra, fatica ad entrare in ritmo. 9 punti sono un bottino un po’ povero per uno dei leader della Vanoli.

Piccoli s.v: un gioco da 3 punti in 4 minuti.

McCullough 5.5: nel primo tempo è tra i più positivi e cerca di guidare i compagni. Nel secondo tempo spesso è in panchina e quando rientra non ritrova più il ritmo. 10 punti, 2 rimbalzi ed altrettanti assist per l’ex Darussafaka.

Golden 5: torna in doppia cifra dopo diverse giornate ma non è abbastanza per uscire dal periodo difficile. Perde diversi palloni e in attacco fa fatica a tenere un tronco d’ebano come Kamagate.

Zanotti s.v

Federico Magnifico
Laureato in Scienze Linguistiche con una forte passione per la palla a spicchi sia praticata (giocatore amatoriale di basket e di baskin per il Pepo Team Vanoli) che guardata. Seguo la Vanoli per la LBA e il Valencia per ACB ed Eurolega. Attualmente scrivo per Backdoor Podcast e Dunkest.