Trento affonda Pistoia, Pascolo: possiamo fare di più

Nella ventisettesima giornata di campionato alla BLM group arena i trentini trovano sulla loro strada per la lotta ai play off una Pistoia bisognosa di punti salvezza e reduce da una super vittoria esterna contro la Virtus Bologna.

Il primo quarto è caratterizzato da difese fisiche ed è evidente da subito che i toscani siano in un periodo di grande fiducia a dispetto di quello che racconta la loro posizione in classifica: attaccano con la caparbietà e la grinta di chi ormai si gioca il tutto per tutto. I ragazzi di Buscaglia però tengono botta alla sfuriata iniziale degli ospiti e grazie ad una buona circolazione di palla concludono il quarto in vantaggio 24 a 21. Ad inizio di secondo quarto entrambe le squadre faticano a trovare la via del canestro con molti errori da entrambe le parti, Pistoia però è più lucida facendo raggiungere molto presto il bonus ai padroni di casa e sopratutto inducendo a commettere il secondo e terzo fallo ad un giocatore fondamentale come Dustin Hogue. Nel momento di maggiore difficoltà bianconera (oggi biancoverde per onorare l’earth day) però arriva il giocatore che non ti aspetti: Andrea Mezzanotte che piazza cinque punti fondamentali per tenere in vantaggio i trentini e resistere all’ennesimo strappo targato Patrik Auda. 40 a 38 a metà gara in favore dei ragazzi di Buscaglia.

Alla ripresa dei giochi l’ex di gionata Tony Mitchell prova a mettersi in ritmo attaccando forte e tirando tutto quello che passa dalle sue mani con fortune alterne, il ritmo di Pistoia ne risente in termini di fluidità offensiva ed il colpo di grazia arriva con i canestri di un Dada Pascolo in grande spolvero e la simultanea uscita dal match proprio del doppio zero per raggiunto limite di falli. Forray e compagni affrontano l’ultimo quarto con la consapevolezza della grande squadra sfruttando anche la sterilità offensiva dei ragazzi di Paolo Moretti. Peak è l’ultimo ad arrendersi ma l’Oriora nonostante riesca a limitare nel finale la Dolomiti energia non ha più le forze per ricucire lo strappo che raggiunge anche la doppia cifra. Flaccadori autore di un’ottima partita da 14 punti la chiude definitivamente e porta la sua squadra ad un passo dall’ennesima post season.

 

Fonte: Aquilabasket.it

Come già scritto in precedenza uno delle note liete della giornata è stato Andrea Mezzanotte che visibilmente soddisfatto ha commentato così la sua gara:

Sicuramente dare un buon contributo quando è tanto tempo che non giochi non è facile ma adesso il coach mi sta dando fiducia e sono molto contento di questo, ho messo dei canestri importanti ed è tutta la stagione che sto lavorando molto, spero che il coach sia contento. Adesso vediamo di arrivare più in alto possibile per finire bene la stagione e per evitare di trovare subito al primo turno di play off le squadre più forti.

L’MVP di giornata non può che essere Dada Pascolo autore di una grande prova a tutto tondo su entrambi i lati del campo:

Era importante riuscire mettere tanta energia in difesa soprattutto con i rimbalzi, probabilmente è stata questa la chiave che ci ha fatto portare a casa questa vittoria, tutti hanno portato il loro contributo, Andrea è entrato benissimo in campo tirando con efficacia. Speriamo di continuare così nella capacità di rispondere colpo su colpo agli avversari e continuare con il nostro processo di maturazione, si può sempre fare meglio.