L’Italia cambia marcia nella ripresa: netta vittoria in Ungheria. Le pagelle

523
Ungheria Italia
La prima di Polonara da capitano azzurro (Foto Fiba)

Un primo tempo con qualche distrazione di troppo, poi l’Italia rientra in campo con un’altra faccia, dopo l’intervallo lungo, e non lascia scampo all’Ungheria (83-62). Gli azzurri così sono soli al comando del girone, con la vittoria in volata della Turchia sull’Islanda, e vedono già la qualificazione ad Eurobasket 2025. Il parziale decisivo arriva nel terzo quarto, un 28-6 con cui viene spaccata in due la partita, quando la squadra di Pozzecco difende molto più forte, non abusa più del tiro da 3 punti e trova le giocate soprattutto di Tessitori, Petrucelli e Procida.

L’Italia prova a scappare subito, con i sette punti precoci di capitan Polonara, mentre il solo Hanga riesce ad essere incisivo per i padroni di casa. Però gli azzurri tirano troppo (e male) dall’arco ed i magiari ne approfittano per tornare sotto, trovando delle giocate anche da Benke e Perl. Così l’Ungheria chiude al comando il primo tempo (37-36), però l’intervallo cambia tutto. Petrucelli prima e Pajola poi pressano furiosamente, gli ungheresi vanno in grossa difficoltà e dall’altra parte viene cercato il canestro con più fluidità, andando anche sotto canestro. Presto è +10, poi il vantaggio si dilata ogni minuto e non c’è più gara. Con spazio e gioia per tutti. Il prossimo appuntamento azzurro sarà il preolimpico.

Ungheria-Italia: le pagelle del match

Spissu 7 – Sale di livello ad inizio ripresa, guidando molto bene gli azzurri nel break decisivo.

Mannion 6 – Non sempre preciso, però qualche giocata è anche sua.

Tessitori 7.5 – Una gran prova per il lungo di Venezia, che si fa sentire vicino a canestro sin da subito ed è uomo chiave nel parziale del terzo quarto.

Ricci 6 – Si guadagna la sufficienza con qualche buona giocata nel secondo tempo.

Bortolani 6.5 – Bagna il suo debutto in queste qualificazioni con precisione offensiva, andando in doppia cifra, con 5/5 dal campo.

Casarin sv – Alcuni minuti, soprattutto nel finale.

Caruso sv – In campo a gara già ampiamente finita.

Polonara 7 – Una bella prova da capitano. Subito 7 punti, poi altro lavoro positivo.

Severini 6 – Dopo un avvio difficile, si scalda nel secondo quarto.

Procida 6.5 – Anche lui si fa notare molto positivamente nel break decisivo del terzo periodo.

Pajola 7 – Grande impatto difensivo, come sempre, ci sono anche 6 assist.

Petrucelli 7 – Pressa Hanga ad inizio secondo tempo ed è una delle chiavi per il parziale decisivo.

Fabio Cavagnera
Lo sport ed il basket sono da sempre la mia passione, diventati poi il mio lavoro, da ormai il lontano 1998 (eh già, sono quasi tra gli 'anziani'). E Backdoor Podcast lo ritengo un mix tra passione e qualità.