Varese show, Ferrero: “Volevamo vincerla”

64
Vittoria Varese. Foto presa dalla pagina Facebook della società

La OJM Varese batte Trento nel lunch match per 93-85 e prosegue il suo buon inizio di campionato.
È una gara equilibrata, le due squadre si fronteggiano a muso duro per tutti i primi 20 minuti di gioco, ma se inizialmente Trento sembrava partita con il piede giusto visto l’ispiratissimo Diego Flaccadori da perimetro (3/5), i ragazzi di coach Buscaglia non riescono a trovare la giusta continuità di gioco e finiscono il primo tempo sotto di 12 punti.
È brava Varese a spingere subito sull’acceleratore e giocare sulle debolezze difensive di Trento (in difficoltà sugli 1 vs 1); tentando una prima fuga a 6’ dalla fine (+8) e aumentando il margine nel corso del match. Finisce la prima frazione 45 a 33 per i padroni di casa.

Varese riapre come aveva chiuso, facendo girare velocemente la palla ed ingranando punti. Seppur Trento sia entrata in campo con la voglia di ribaltare il risultato e trovare la prima vittoria stagionale (pericolosi da perimetro con il solito Flaccadori e con Pascolo sotto canestro), gli uomini di Caja sono stati bravi a bloccare le manovre difensive della squadra di Buscaglia e a trovare la seconda vittoria casalinga. Decisiva la tripla di Tambone a fine terzo quarto che pone fine ai giochi. Varese conclude sul +8. 93 a 85.

Ai nostri microfoni Giancarlo Ferrero, decisivo in questa vittoria con 16 punti (4/5 da tre) e ben 4 assist.

Facebook pallacanestro Varese

Complimenti a Trento che seppur in svantaggio, parlo di tutti i parziali dal +8 al + 19, non hanno mai mollato. Sono tosti e hanno un nucleo soliso. Noi ci abbiamo messo del nostro: energia, aggressività e punti. L’abbiamo portata a casa e questo è tutto merito del lavoro che stiamo facendo in allenamento. La mia prestazione? Se si segna è tutto più bello. Tutti molto bravi.

 

Decisiva. Una parola per descrivere la prestazione oltre le righe di Matteo Tambone, capace di decidere con una tripla le sorti di una partita:

Oggi siamo stati carichi, volevamo vincerla a tutti i costi. A differenza di Sassari, abbiamo mosso la palla con maggior fluidità sia contro la loro difesa a zona sia a uomo. Siamo stati aggressivi in difesa e quando siamo carichi, difendiamo bene e siamo in casa con il nostro pubblico, è tutto più semplice. Obiettivo stagionale? Troppo presto sicuramente ma stiamo lavorando benissimo. Dobbiamo continuare così e avere costanza.

 

Sul lato dei sconfitti a parlare il capitano Toto Forray che ci spiega i motivi del periodo ‘no’ dei suoi. Il ragazzo è stato uno dei protagonisti indiscussi di Trento: grinta, cuore e 20 punti (80% dal campo):

Toto Forray

Oggi rispetto alle altre sconfitte siamo migliorati sul piano di gioco ma Varese è stata bravissima. Siamo partita bene ma nei momenti chiave non siamo riusciti a trovare la via del canestro. Ogni tentativo di rimonta, è stato ucciso sul nascere. Loro inarrestabili: canestri ben costruiti e tanti punti. Oggi abbiamo pagato a rimbalzo difensivo, noi ce l’abbiamo messa tutta ma dobbiamo sicuramente lavorare su questo aspetto di gioco. Come detto prima, però, i passi in avanti ci sono.