Venezia, Casarin tuona: “Caboclo è sotto contratto con noi”

La vicenda Bruno Caboclo continua a tener banco in casa Venezia. Una questione di cui vi abbiamo raccontato tutti i dettagli nelle scorse settimane.

Negli scorsi giorni sono uscite voci di un concreto interesse da parte del Partizan di Zeljko Obradovic, che vorrebbe il lungo brasiliano per rinforzare un reparto che, sinora, ha fornito poco alla compagine serba.

Essendo il giocatore ancora vincolato dall’accordo con la Reyer, è ovvio che la dirigenza serba avrebbe dovuto intavolare una trattativa anche col club della laguna, oltre che con l’entourage del giocatore.

Bene, stando a quanto emerso nelle scorse ore, nessun contatto c’è stato tra la società veneziana e il giocatore o i suoi agenti, motivo per cui il presidente Federico Casarin ha voluto spegnere sul nascere questi rumors, con un’intervista concessa a “Il Gazzettino”.

Queste le parole di Casarin:

La vicenda è gestita dai legali e se qualcuno vuole muoversi per Caboclo, deve rivolgersi a loro. Ora si parla del Partizan, domani forse uscirà il nome di un altro club. La sostanza è che la situazione non è cambiata di una virgola e al momento la società non ha altro da dire in merito. Quando ci saranno novità sostanziali, le comunicheremo subito, anche nell’interesse del club.

Parole che testimoniano come la Reyer non abbia intenzione di fare sconti a nessuno, specialmente al giocatore dopo il rifiuto di presentarsi a Venezia.

Stefano Sanaldi
Stefano Sanaldi
Quello con la palla a spicchi è stato amore a prima vista. Una volta appese le scarpe al chiodo, ho deciso di allenare le nuove generazioni per rimanere in questo fantastico mondo. E poter scrivere di pallacanestro è un piacere e un onore.